Quirinale, Letta: "Nessuna proposta a Lega". Incontro con Speranza e Conte
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Dom, Mag

Quirinale, Letta: "Nessuna proposta a Lega". Incontro con Speranza e Conte

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Sul Quirinale "leggo stupito di una nostra proposta alla Lega. Per chiarezza e trasparenza noi affrontiamo questo difficile passaggio coi nostri alleati. Coi quali a partire da oggi, dopo la fine della candidatura di Berlusconi che aveva bloccato fino a ieri tutto, concorderemo nomi e proposte". Lo scrive su Twitter il segretario

del Pd, Enrico Letta, smentendo di aver proposto alla Lega il nome di Pierferdinando Casini come candidato al Colle. Il leader dem è intanto arrivato alla Camera, dove è in programma l'incontro con il leader M5s, Giuseppe Conte, e quello di Leu, Roberto Speranza, per affrontare il tema. Poco dopo l'arrivo del numero uno M5S e del ministro della Salute. A Montecitorio sono arrivate anche le capogruppo dem Debora Serracchiani e Simona Malpezzi. Le delegazioni sono tutte nella sala Berlinguer del gruppo Pd, ad eccezione di quella M5S. Conte arrivato a Montecitorio ha salutato Letta, Speranza e gli altri presenti in sala Berlinguer ma si è allontanato spiegando di dover vedere brevemente la delegazione M5S al gruppo. Gli altri leader stanno quindi aspettando. 

"Il M5S ha un unico obiettivo sin dall'inizio e lo perseguirà fino alla fine: ha 235 voti di grandi elettori che mette a disposizione del Paese e dell'interesse degli italiani per avere un presidente autorevole, che ci renda tutti orgogliosi di essere italiani e ben rappresentati. Continuiamo a lavorare in questa direzione", ha detto il leader 5 Stelle Giuseppe Conte alle telecamere dei tg, prima di recarsi alla Camera. 

Un nome per il Quirinale? "Si valuterà insieme", dice ai cronisti il capogruppo di Leu alla Camera Federico Fornaro, arrivando a Montecitorio per il vertice del centrosinistra. "Oggettivamente Berlusconi era l'ostacolo maggiore sulla strada della scelta di un candidato condiviso e votabile da una larga maggioranza. Adesso vediamo come evolve la situazione e soprattutto se da parte del centrodestra c'è questa disponibilità alla ricerca di un nome comune, evitando un atteggiamento che presupporrebbe un diritto di prelazione che non esiste", ha proseguito Fornaro. 

Meglio Draghi a Palazzo Chigi o al Quirinale? "Noi valutiamo, questa non è una riunione di Leu ma del centrosinistra. Valuteremo la situazione migliore per la stabilità del Paese", dice la capogruppo di Leu al Senato Loredana De Petris, anche lei giunta alla Camera.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.