Dl Ucraina, niente numero legale. Meloni: "Maggioranza a pezzi". Salvini: "Non è colpa mia"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
06
Gio, Ott

Dl Ucraina, niente numero legale. Meloni: "Maggioranza a pezzi". Salvini: "Non è colpa mia"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - ''Un commento sulla mancanza del numero legale oggi sul dl Ucraina dovete chiederlo agli altri partiti, non a noi... Non siamo noi che dobbiamo garantire la presenza per un provvedimento del governo che ha il 95 per cento dei parlamentari a suo sostegno... Credo che i problemi ce li abbia la maggioranza, che ormai mi pare abbastanza a pezzi...''.

alternate text

 

Lo ha detto Giorgia Meloni a margine della presentazione del libro di Vittorio Feltri al Circolo Aniene in merito alla doppia fumata nera di oggi alla Camera. 

''Mi pare che ormai nella maggioranza ci sia una difficoltà enorme. Evidentemente o la maggioranza è troppo distratta oppure qualcuno sta dando dei segnali... E sono dei segnali di nervosismo. Per me è una buona notizia se il governo va casa...'', ha detto ancora, rispondendo a chi gli chiedeva se condividesse le parole di Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fdi alla Camera, secondo il quale, dopo la mancanza due volte del numero legale oggi sul Dl Ucraina in Aula, il ''governo è ormai al capolinea''.  

Il numero legale sul dl Ucraina venuto a mancare per ben due volte nell'Aula della Camera? "Non è colpa mia", sottolinea il leader della Lega Matteo Salvini lasciando Palazzo Chigi. Sulla presunta assenza di deputati leghisti, "gli altri erano tutti presenti? - risponde con fermezza - Io non commento le voci, chiamo il capogruppo e glielo chiedo. Del resto ho letto su Repubblica che avevo il visto per Mosca e non l'avevo mai chiesto... Se sono da Draghi difficilmente riesco a seguire i lavori della Camera".  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.