Morto Niccolò Ghedini, il senatore aveva 62 anni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Dom, Ott

Morto Niccolò Ghedini, il senatore aveva 62 anni

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

A quanto apprende l'Adnkronos, è morto il senatore Niccolò Ghedini. Nato a Padova il 22 dicembre 1959, Ghedini è stato a lungo legale di Silvio Berlusconi e dal 2001 parlamentare con Forza Italia. "Ci ha lasciato il nostro Niccolò. Non ci sembra possibile ma purtroppo è così. Il nostro dolore è grande, immenso, quasi non possiamo crederci: tre giorni fa abbiamo lavorato ancora insieme.

alternate text

 

Cosa possiamo dire di lui? Un grande, carissimo amico, un professionista eccezionale, colto e intelligentissimo, di una generosità infinita. Ci mancherai immensamente, e ci domandiamo come potremo fare senza di te. Niccolò caro, Niccolò carissimo, ti abbiamo voluto tanto bene, te ne vorremo sempre. Addio, ciao. Per noi sei sempre qui, tra noi, nei nostri cuori. Un forte, fortissimo abbraccio". Così sulla sua pagina Facebook Silvio Berlusconi esprime il suo cordoglio, postando una foto sorridente del suo storico legale.

"Addio a Niccolò Ghedini, uno degli amici con cui ho condiviso trent’anni di storia politica, e una delle persone più disinteressate che siano state a fianco di Silvio Berlusconi. Ha lottato come un leone, e scompare in campagna elettorale, come un combattente indomito che sceglie di cadere sul campo", dichiara all'Adnkronos il vicepresidente del gruppo di Forza Italia alla Camera, Gianfranco Rotondi.

"Caro Niccolò, amico di sempre, delle battaglie politiche come dell’impegno a favore della nostra amata Padova. Ho un grande dolore. Mi mancherai profondamente. Come amico che ho sempre amato con la testa oltre che con il cuore. Come collega con cui ho condiviso una parte fondamentale del mio cammino istituzionale e politico. Una mente arguta e sottile, un giurista raffinato e combattente, un politico di altri tempi, un uomo dall’etica autentica. Un uomo generoso che regalava felicità ai meno fortunati. Non ti dimenticherò mai". Con un post sui social la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ricorda così il senatore.

"La scomparsa di Niccolò Ghedini ci lascia un dolore immenso. Se ne va un grande amico con il quale abbiamo condiviso tante battaglie importanti per il Paese. Rimarrà per sempre il suo grande contributo a migliorare la giustizia in Italia. Ciao Niccolò, riposa in pace", scrive su twitter il coordinatore nazionale di Fi, Antonio Tajani.
"Un dolore grande la scomparsa di Ghedini che lascia tutti noi sgomenti, pur sapendo che da tempo combatteva con la malattia. Un abbraccio alla famiglia e ai suoi cari. Ciao Niccolò, ci mancherai. Sei e rimarrai amico di una vita", scrive su twitter Renato Brunetta.

"Addio a Niccolò Ghedini. Mi stringo al dolore della famiglia e di quanti gli hanno voluto bene", il tweet di Matteo Salvini.

"Ci ha lasciati il Senatore Niccolò Ghedini. Un collega di rara intelligenza e professionalità. Lascia un vuoto enorme in tutta la comunità di Forza Italia. A nome mio e del Gruppo Fi senato un abbraccio affettuoso e commosso ai suoi cari", scrive su twitter la presidente dei senatori di Fi, Anna Maria Bernini.

“Di Niccolò Ghedini ricorderò sempre e mi sarà sempre di insegnamento l’inossidabile ancoraggio ai valori del garantismo, l’indefettibile necessità del giusto processo insieme all’alto compito della politica di produrre norme 'per' il cittadino e non 'contro'. Nell’epoca del giustizialismo populista d’accatto, Niccolò ebbe a dire che la politica 'oculus habent et non videbunt' significando come la cecità dell’onda mediatica avesse partorito norme contrarie agli stessi principi costituzionali. Niccolò Ghedini è stato soprattutto un avvocato, nel senso più nobile e indispensabile di questa professione. Accanto al presidente Berlusconi fu il D’Artagnan dei moschettieri in difesa dei diritti e delle garanzie. Mi mancherà con il suo straordinario umorismo. Mi stringo alla famiglia e a chi gli ha voluto bene”. Lo scrive in una nota il sottosegretario alla Difesa e deputato di Forza Italia, Giorgio Mulè.

“Cordoglio per la scomparsa del senatore Niccolò Ghedini e sincera vicinanza, a nome mio e del gruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati, alla famiglia e ai suoi cari tutti”. Lo scrive su Twitter il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.
"Sono molto addolorato per la scomparsa di Niccolò Ghedini. Una persona e un politico molto legato a Padova che ho avuto modo di conoscere quando sono divenuto Sindaco e col quale ho sempre coltivato un rapporto di grande cordialità e forte rispetto reciproco. Ai familiari, agli amici e anche al suo partito, Forza Italia, rivolgo sincere condoglianze", scrive su Facebook il sindaco di Padova, Sergio Giordani.

“Provo profonda tristezza per la scomparsa di Niccolò Ghedini. A lui mi legava un rapporto di amicizia personale. Con Niccolo’ se ne va un uomo che ha messo le proprie competenze al servizio della politica e del bene comune. Di lui ho sempre apprezzato le doti intellettuali, la preparazione eccellente in campo giuridico oltre che una straordinaria umanità e sensibilità. Esprimo le mie più sentite condoglianze alla moglie e al figlio. Ci lascia un grande vuoto. La tua città - Padova - dove sei nato ti saluta con un grande affettuoso abbraccio. Buon viaggio, Niccolò”. Così il senatore Udc Antonio De Poli.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.