Spadaccia, nipote muore a 31 anni dopo malore a camera ardente zio
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
04
Dom, Dic

Spadaccia, nipote muore a 31 anni dopo malore a camera ardente zio

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Tre giorni dopo lo storico leader radicale Gianfranco Spadaccia, è morto questa mattina anche il nipote Francesco, di 31 anni, a causa di una trombosi.

Il post su Facebook dei Radicali
Il post su Facebook dei Radicali

 

Il giovane si era sentito male martedì scorso, al Senato, proprio alla Camera ardente dello zio, allestita nella sala Nassirya. Erano subito intervenuti i medici di palazzo Madama, quindi Francesco era stato trasportato d'urgenza in ospedale e ricoverato. Oggi il decesso, confermato dal presidente di +Europa, Riccardo Magi, che ci dice: "È una tragedia immensa". 

Francesco, giornalista e avvocato, era molto legato allo zio, soprattutto dopo la morte, 5 anni fa, del padre e fratello di Gianfranco, Giorgio Spadaccia. Lo ricordano anche i Radicali italiani, sul proprio profilo Facebook: "Abbiamo appreso poche ore fa la terribile notizia della morte del giovane Francesco Spadaccia, radicale, figlio del radicale storico Giorgio Spadaccia e nipote di Gianfranco Spadaccia che ci ha lasciato solo pochi giorni fa. Una tragica e tremenda fatalità che ci ha lasciati sgomenti e ci unisce al dolore di chi, come noi, gli ha voluto bene e ha condiviso momenti di militanza". 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.