SALUTE. Ecco perché con l'età si ingrassa più facilmente
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
15
Dom, Set
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

SALUTE. Ecco perché con l'età si ingrassa più facilmente

SALUTE. Ecco perché con l'età si ingrassa più facilmente

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il ciclo di rimozione e accumulo nel corpo rallenta

SALUTE. Ecco perché con l'età si ingrassa più facilmente
SALUTE. Ecco perché con l'età si ingrassa più facilmente

 

Ecco perché col passare degli anni si fa più fatica a dimagrire: le cellule della 'massa grassa' (tessuto adiposo), gli adipociti, diventano più 'lente', o in altri termini il ricambio del grasso (ciclo di rimozione e accumulo di grasso al loro interno) diviene via via meno rapido, indipendentemente da altri fattori quali l'alimentazione. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine secondo cui, quindi, con l'avanzare degli anni può diventare essenziale incrementare l'attività fisica, perché si fa più fatica a controllare il peso. Lo studio è stato condotto tra Istituto Karolinska di Stoccolma e Università di Uppsala e Lione.

Gli esperti hanno osservato nell'arco di 13 anni il 'turnover' (la velocità di ricambio) del grasso nel tessuto adiposo di 54 individui di entrambi i sessi e visto che questa cala al trascorrere del tempo per tutti, predisponendo quindi all'aumento di peso o comunque rendendo più difficile perdere chili di troppo.

"I risultati indicano per la prima volta che i processi di ricambio nel nostro tessuto adiposo regolano i cambiamenti del nostro peso corporeo con l'invecchiamento in un modo che è indipendente da altri fattori" come alimentazione e sport, spiega Peter Arner, dell'Istituto Karolinska Institutet, uno degli autori principali del lavoro. "Questo potrebbe portare a nuove strategie per trattare l'obesità", conclude.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook