Coronavirus, cosa succede nel mondo
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Ven, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, cosa succede nel mondo

Coronavirus, cosa succede nel mondo

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Prima vittima in Australia. Un 78enne, che ha contratto il coronavirus insieme a sua moglie a bordo della nave da crociera Diamond Princess, è deceduto questa mattina all'ospedale Sir Charles Gairdner di Perth.

Coronavirus, cosa succede nel mondo (afp)
Coronavirus, cosa succede nel mondo (afp)

 

Lo rendono noto le autorità australiane. Il malato era risultato positivo dieci giorni fa mentre era in isolamento a Howard Springs, dopo essere stato messo in quarantena per due settimane a bordo della Diamond Princess a Yokohama, in Giappone. Sua moglie, settantenne, a cui è stato diagnosticato il virus qualche giorno fa, è in condizioni stabili all'ospedale.

Un tailandese di 35 anni, positivo al nuovo coronavirus, è morto oggi. Si tratta della prima vittima in Thailandia. Ad annunciarlo è un funzionario del ministero della sanità tailandese, Suwannachai Watthanayingcharoenchai. L'uomo era stato ricoverato inizialmente per malaria ma poi era risultato positivo al Covid-19. La Thailandia ha finora confermato 42 casi di coronavirus, 30 persone sono state dimesse dall'ospedale mentre 11 pazienti sono ancora in cura.

Intanto in Cina ci sono stati 35 nuovi decessi. Lo hanno reso noto oggi le autorità sanitarie cinesi. Il bilancio totale delle vittime sale così a 2.870 e il numero dei casi positivi confermati a quasi 80mila. Dei nuovi casi, 570 erano nella provincia di Hubei, l'epicentro dell'epidemia di coronavirus. La provincia è anche il luogo in cui sono stati registrati 34 dei nuovi decessi. Due casi confermati dalle autorità cinesi sono pazienti che avevano viaggiato in Iran, riporta il Guardian. Dalla National Health Commission nel report quotidiano arriva comunque una buona notizia: la metà dei pazienti colpiti da coronavirus in Cina è guarita. Ieri il totale dei pazienti dimessi dagli ospedali è arrivato a 41.625, più della metà dei casi confermati che sono pari a 79.824. Solo nella giornata ieri - riferiscono le autorità sanitarie - i dimessi sono stati 2.623.  

Continua a crescere il numero dei casi di coronavirus anche in Corea del Sud che ha riportato altri 4 decessi, per un tale di 21 morti causati dalla malattia. Gli ultimi 4 casi sono stati segnalati nella città sudorientale di Daegu. Lo riferisce l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Nel Paese sono stati diagnosticati 3736 casi di contagio.  

Nella Repubblica Dominicana, il primo caso confermato di contagio riguarda un paziente italiano di 62 anni, entrato il 22 febbraio nel Paese senza sintomi. In una conferenza stampa, i responsabili del Ministero della Salute di Santo Domingo hanno parlato di un paziente in condizioni stabili, ricoverato nell'ospedale Ramón de Lara, nella base aerea di San Isidro.  

EUROPA - Sono 117 i casi di contagio da coronavirus in Germania, in chiaro aumento rispetto ai 66 casi riportati precedentemente. Lo ha riferito oggi l'istituto Robert Koch. Per i Land del Baden-Wurtemberg e della Baviera, intanto, è scattato per gli alunni che rientrano da zone a rischio il provvedimento di rinvio del rientro a scuola dopo le vacanze di carnevale. Inoltre sono stati cancellati diversi grandi eventi in programma per i prossimi giorni. I Land finora interessati dall'emergenza sono la Baviera, il Baden-Wurtemberg, l'Assia, la Bassa Sassonia, il NordReno Westfalia, Amburgo, Brema, Schleswig-Holstein e Renania-Palatinato. Non si sono verificati casi nel Saarland e nei Land nati dai territori già parte della Repubblica democratica tedesca.  

Il coronavirus ha raggiunto anche il canton Friburgo in Svizzera: un uomo, di una trentina di anni del distretto della Gruyère, è risultato positivo ai test. L'uomo, che si trova in isolamento all'ospedale cantonale di Friburgo, è probabilmente stato infettato durante un viaggio in Lombardia, precisa in una nota il Dipartimento della sanità e degli affari sociali friburghese. Nove persone con cui l'individuo è stato a contatto sono state poste in quarantena, aggiunge il comunicato. Il decorso della malattia viene indicato come "positivo".  

Ha contratto il coronavirus anche una 31enne maestra d'asilo di Spreitenbach, nel Canton Argovia. La donna, residente a Doettingen, si era recata nel nord Italia la scorsa settimana per una visita famigliare, hanno reso noto le autorità locali. Le persone con cui è entrata in contatto sono circa 70, si legge nella nota. Fra queste vi sono 44 bambini dell'asilo e otto colleghi, che vengono attualmente informati sulle norme di quarantena.  

Secondo caso in Belgio. Il paziente, riferisce su Twitter il ministro degli Affari sociali e della Salute del Belgio, Maggie De Block, "ha sintomi moderati ma è in buona salute".  

Anche la Repubblica Ceca ha confermato i suoi primi tre casi: ad essere trovati positivi sono stati pazienti rientrati da viaggi nel nord Italia. Tutti presentano sintomi lievi, ha reso noto il ministro della Salute Adam Vojtech.

Sono 73 i casi di coronavirus registrati in Spagna. Ad affermarlo è stato questa mattina il direttore del Centro di coordinamento allerte ed emergenze del ministero della Salute di Madrid, Fernando Simon. Di questi, due sono stati dimessi. Il 90% dei casi attivi è importato dalle zone a rischio e solo per nove sul totale dei casi non è stata identificata l'origine dell'infezione.  

Mentre nel Regno Unito sono stati diagnosticati 12 nuovi casi, per un totale di 35. Lo rendono noto le autorità locali. Dei 12 pazienti risultati positivi al coronavirus, sei erano stati recentemente in Italia, due in Iran. Lo riferiscono i media britannici. (Adnkronos)

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook