Conte: "Scuole chiuse per contenere o ritardare virus"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Dom, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Conte: "Scuole chiuse per contenere o ritardare virus"

Conte: "Scuole chiuse per contenere o ritardare virus"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"In questo momento siamo concentrati per adottare tutte le misure per ottenere un effetto di contenimento o di ritardo di diffusione del virus.

Conte: "Scuole chiuse per contenere o ritardare virus" (fi)
Conte: "Scuole chiuse per contenere o ritardare virus" (fi)

 

Abbiamo strutture ospedaliere e un sistema sanitario che, per quanto efficiente ed eccellente, rischia di andare in sovraccarico. Non possiamo potenziarlo in breve tempo". Il premier Giuseppe Conte si esprime così, in conferenza stampa, per spiegare la chiusura di scuole e università fino al 15 marzo.

"Questa mattina ci siamo riuniti con tutti i ministri, non era formalmente un consiglio dei ministri. Ci siamo riuniti per valutare l'emergenza sanitaria e ho chiesto anche la presenza del professor Brusaferro, presidente dell'Iss. Il professore ci ha aiutato a valutare la situazione attuale epidemiologica, qual è l'andamento del contagio e ci ha fornito una serie di valutazioni tecniche. E' stato utile per un aggiornamento a tutto campo per tutti i ministri", dice Conte.

In tarda mattinata, è trapelata la notizia della chiusura delle scuole. L'ufficialità, dopo alcune ore di incertezza, è arrivata nel tardo pomeriggio. "Noi abbiamo fatto della trasparenza e della verità la nostra regola d'azione. Un'ampia parte dello scambio informativo è stato dedicato a scuole e università. L'orientamento del consiglio è stato quello, in maniera prudenziale, di disporre la chiusura delle scuole. Però, ci siamo detti, demandiamo al professor Brusaferro di ritirarsi con il comitato tecnico-scientifico per un approfondimento specifico sul punto delle scuole. Ecco perché abbiamo impiegato un po' di tempo. La notizia che è stata anticipata è stata completamente improvvida, non ci eravamo lasciati con la decisione finale, avevamo chiesto un approfondimento al professor Brusaferro. Ci è arrivata da poco la valutazione tecnico-scientifica. In base agli elementi sin qui acquisiti, abbiamo ritenuto di disporre l'interruzione delle attività didattiche fino al 15 di questo mese. Nel frattempo il comitato tecnico-scientifico valuterà l'evoluzione di questa crisi", dice il premier.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook