Gallera: "Non mi candido a sindaco di Milano"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Dom, Mar
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Gallera: "Non mi candido a sindaco di Milano"

Giulio Gallera, coronavirus Milano, coronavirus Italia, coronavirus news

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

''No, non mi candido a sindaco di Milano, resto in prima linea a fianco di medici e infermieri per sconfiggere l'emergenza sanitaria, siamo in guerra e resto al mio posto''.

Gallera:
Gallera: "Non mi candido a sindaco di Milano"

 

Giulio Gallera, assessore lombardo al Welfare, ringrazia per la spinta di chi lo vorrebbe a giocarsi la poltrona di sindaco di Milano, per il centrodestra, ma declina le avances e spiega che non può abbandonare la regione in questa situazione.  

''Ringrazio gli amici e i sostenitori che hanno fatto e stanno facendo il mio nome -dice all'Adnkronos- ma sono totalmente concentrato sull'emergenza sanitaria. In questo momento non sono interessato ad altro. E posso assicurare che questo impegno mi assorbe 24 ore al giorno''. Certo fa piacere che il proprio nome circoli, significa che si sta lavorando bene, ma non è tempo ora di pensare ad altre questioni o candidature. ''La strada per uscirne è ancora lunga, ci vorranno settimane di sacrifici per rallentare o bloccare la diffusione e dopo non sarà finita. Dovremo riarticolare il sistema sanitario, pensare a coloro che avranno bisogno di riabilitazione e saranno migliaia, perché la malattia avrà reso più fragili i loro corpi''.  

Secondo Gallera si dovrà quindi pensare ''a investire di più nella sanità e a prepararsi a essere maggiormente attrezzati di fronte a nuove epidemie. Ecco, il mio ruolo e il mio dovere è questo, essere a fianco dei cittadini lombardi''. Ai quali chiede di mantenere ''il senso di responsabilità mostrato in questi giorni e di irrigidirlo ancora di più se necessario, perchè poi comunque ci sarà sempre il rischio di contagio da ritorno fino a quando non avremo farmaci o vaccini''. Quanto agli Ambrogini, e al suo nome circolato per il massimo riconoscimento milanese il pensiero va a chi affronta ogni giorno momenti drammatici in continua emergenza: ''Sento parlare di una mia candidatura per l'Ambrogino - ma anche qui, questo è un riconoscimento importante e secondo me va dato a medici e infermieri che ogni giorno ci mettono l'anima e si sacrificano. Oggi sono loro i veri eroi, impegnati sul campo a gestire e sconfiggere questa emergenza''.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook