Coronavirus, studio GB prevede 1,9 milioni di morti nel mondo
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Mar, Giu
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, studio GB prevede 1,9 milioni di morti nel mondo

Coronavirus, studio GB prevede 1,9 milioni di morti nel mondo

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Probabilmente l'Europa registrerà decine di migliaia di decessi in più per coronavirus quest'anno anche nello scenario migliore, almeno secondo uno studio britannico appena pubblicato.

Coronavirus, studio GB prevede 1,9 milioni di morti nel mondo
Coronavirus, studio GB prevede 1,9 milioni di morti nel mondo

 

L'allarmante previsione arriva dai ricercatori dell'Imperial College di Londra, autori di uno studio ad hoc. I ricercatori hanno stimato che 279.000 persone moriranno nella regione dell'Europa e dell'Asia centrale, inclusa la Russia, nei prossimi 250 giorni, se tutti i Paesi utilizzassero le severe misure già in atto nella maggior parte delle nazioni europee. 

A livello globale, circa 1,9 milioni di persone probabilmente moriranno quest'anno dopo un'infezione da Covid-19, e questo anche se tutti i Paesi adottassero misure di allontanamento sociale. E questo è lo scenario migliore. Se venissero adottate solo misure di mitigazione a breve termine - imponendo un rigoroso allontanamento sociale solo mentre i decessi raggiungono il picco in ciascun paese - il bilancio delle vittime a livello globale potrebbe superare i 10 milioni. Se i governi non avessero intrapreso alcuna azione, invece, questo dato avrebbe potuto raggiungere quota 40 milioni, con un massimo di 7 miliardi di persone infettate dal virus, hanno stimato i ricercatori. 

"Stimiamo che il mondo debba affrontare un'emergenza sanitaria violenta e senza precedenti nelle prossime settimane e nei prossimi mesi", ha affermato Patrick Walker, uno degli autori del rapporto. 

"I nostri risultati suggeriscono che tutti i paesi si trovano ad affrontare una scelta tra misure intensive e costose per contrastare la trasmissione o rischiare che i sistemi sanitari vengano rapidamente sopraffatti", ha detto ancora Walker. "Tuttavia, i nostri risultati evidenziano che un'azione rapida, decisa e collettiva adesso salverà milioni di vite il prossimo anno". 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook