Di Battista: "Conte uomo di Stato. Governo Draghi? Dio ce ne scampi"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Lun, Gen
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Di Battista: "Conte uomo di Stato. Governo Draghi? Dio ce ne scampi"

Di Battista: "Conte uomo di Stato. Governo Draghi? Dio ce ne scampi"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Per me Conte è veramente una persona perbene, si sta comportando come un uomo di Stato. Gliel’ho anche detto e scritto. Tra l’altro sta ricevendo degli attacchi sguaiati in un momento in cui concordo sull’unità".

Di Battista:
Di Battista: "Conte uomo di Stato. Governo Draghi? Dio ce ne scampi"

 

Lo ha detto Alessandro Di Battista a 'Stasera Italia', in onda questa sera alle ore 20.30 su Retequattro. 

"Oggi, il dramma maggiore, che spero non ci capiti, potrebbe essere un governo tecnico", spiega ancora Di Battista. E sull'ipotesi di Mario Draghi premier, aggiunge: "Dio ce ne scampi! Per tutto quello che ha fatto all’Italia e contro l’Italia prima da direttore del Tesoro e poi da governatore della Banca d’Italia!".  

"Sull’Europa ho ancora dei dubbi e l’ho anche detto al Presidente del Consiglio in maniera informale: io - scontinua il pentastellato - sono un po’ preoccupato dal fatto che, ad oggi, gli strumenti che sono stati messi in campo, quelli concreti, sono tutti strumenti a debito. La mia preoccupazione è questa: oggi l’Europa sostanzialmente consente a tutti i Paesi di indebitarsi, di sforare un po’ quel Patto di stabilità che è stato sospeso, cosa buona e giusta". 

"Il tema è che non tutti i Paesi sono uguali: quando rientreranno i parametri del Patto di stabilità, che rientreranno, io ho il timore che questa Europa, che ha obiettivamente strangolato in passato la Grecia – e non si viveva una crisi drammatica come oggi – possa chiedere all’Italia di rientrare in determinati parametri e l’Italia sarà più esposta degli altri Paesi". 

Di Battista aggiunge: "C’è da dire, non è un segreto, che all’interno del Governo c’è una forza come il Partito Democratico il cui ministro delle Finanze in questo Governo fu il relatore del primo Mes, per cui è evidente che ci siano delle differenze di vedute. Conte per tenere giustamente in piedi questo Governo in questa fase drammatica deve provare a fare sintesi. Io lo sostengo". 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook