Coronavirus, studio Usa: promettente terapia sperimentale con cellule cuore
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Lun, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, studio Usa: promettente terapia sperimentale con cellule cuore

Coronavirus, studio Usa: promettente terapia sperimentale con cellule cuore

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Risultati promettenti contro Covid-19 da una terapia a base di cellule cardiache.

Coronavirus, studio Usa: promettente terapia sperimentale con cellule cuore
Coronavirus, studio Usa: promettente terapia sperimentale con cellule cuore

 

Su sei pazienti con forme gravi, quattro sono "notevolmente migliorati dopo aver ricevuto un trattamento sperimentale progettato per ridurre l'infiammazione". Lo riferiscono i ricercatori del Cedars-Sinai Medical Center e di Capricor Therapeutics, autori di uno studio pubblicato su 'Basic Research in Cardiology'. I quattro pazienti sono stati dimessi dall'ospedale. 

Il prodotto, noto come CAP-1002, contiene cellule derivate dalla cardiosfera (Cdc) che vengono coltivate in laboratorio a partire da tessuti del cuore umano. Precedenti ricerche precliniche e cliniche hanno mostrato che le Cdc, originariamente sviluppate per trattare l'insufficienza cardiaca, possono aiutare tutto l'organismo. I ricercatori, comunque, invitano alla cautela: i risultati, sebbene incoraggianti, non sono sufficienti per dimostrare che CAP-1002 è sicuro ed efficace per il trattamento di Covid-19, poiché non si trattava di una sperimentazione clinica con un gruppo di controllo. Secondo Eduardo Marbán, direttore dello Smidt Heart Institute del Cedars-Sinai, questo sarebbe il primo studio pubblicato sull'uso di una terapia cellulare in pazienti con Covid-19 in condizioni critiche. 

Tutti e sei i pazienti convolti soffrivano di insufficienza respiratoria e cinque avevano bisogno dei ventilatori polmonari. Entro 4 giorni dall'infusione con CAP-1002, quattro pazienti sono stati in grado di respirare senza alcun supporto, e in meno di 3 settimane stavano abbastanza bene per essere dimessi dall'ospedale. Al 28 aprile, gli altri due pazienti erano ricoverati in terapia intensiva. Nessuno ha mostrato effetti avversi dalle infusioni e nessuno è morto durante il periodo di studio. In confronto, sei pazienti sono morti in un gruppo di 34 ricoverati trattati nello stesso reparto di terapia intensiva di Cedars-Sinai e nello stesso periodo, che non hanno ricevuto la terapia cellulare. 

Secondo Raj Makkar, autore principale dello studio, il team sta pianificando un lavoro randomizzato e controllato su un maggior numero di pazienti. "L'unico modo per stabilire l'efficacia della nostra terapia è attraverso uno studio clinico randomizzato", ha detto Makkar. "Questo perché alcuni pazienti con coronavirus migliorano da soli con trattamenti standard". La sperimentazione è stata condotta in collaborazione con la società di biotecnologie Capricor Therapeutics di Los Angeles, che ha fornito supporto normativo e prodotto la terapia sperimentale.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook