Coronavirus, America Latina sempre più colpita
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
11
Sab, Lug
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, America Latina sempre più colpita

Coronavirus, America Latina sempre più colpita

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il Perù e l'Ecuador sono i due Paesi dell'America Latina che hanno riportato il maggior numero di casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, ma ce ne sono anche altri, dal Brasile al Cile, che vedono continuamente aumentare il tasso di contagi e di vittime.

Coronavirus, America Latina sempre più colpita
Coronavirus, America Latina sempre più colpita

 

Una situazione che va di pari passo con il tentativo, da parte di alcuni governi, di allentare le misure di lockdown imposte nel tentativo di ridurre gli impatti negativi sull'economia.  

E' il caso del Brasile, dove il Covid-19 ha fatto 13.149 vittime, 749 nelle ultime 24 ore con un tasso di mortalità del 7 per cento, e contagiato 188.974 persone, 11.385 in un solo giorno. Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha difeso la sua strategia per l'''isolamento verticale'', il che significa che solo le persone più vulnerabili, come anziani e malati, devono rispettare il distanziamento sociale, permettendo agli altri di far ripartire l'economia. 

L'Ecuador, tra i Paesi dell'America Latina maggiormente colpiti con 2.334 morti e 30.486 casi di coronavirus, il 17 marzo ha proclamato uno stato di emergenza fino a metà giugno. Per far ripartire l'economia, il governo di Quito ha elaborato un sistema di monitoraggio ''a colori'', ovvero una sorta di semaforo per dare ''il verde'' alle regioni che registrano meno contagi e dove possono essere allentate le restrizioni. L'intero Paese è ora zona rossa, il che significa che le rigide misure imposte dal governo 57 giorni fa devono continuare. In Ecuador è salito a 30.486 il totale dei contagiati, 67 in più rispetto a ieri, con 3.433 persone guarite. 

In Perù, il presidente Martin Vizcarra ha dichiarato che il Paese ha ''raggiunto il picco'' della pandemia, registrando nelle ultime 24 ore almeno 4.247 infezioni confermate e facendo salite a 76.306 il totale dei contagiati nel Paese. Sono invece 2.169 le persone morte per il Covid-19 in Perù, 112 nelle ultime 24 ore come ha spiegato il ministero della Sanità di Lima. E sono 24.324 le persone guarite. 

Il Cile ha confermato che sono 34.381 le persone risultate positive al test per il coronavirus e sono 346 quelle che hanno perso la vita per complicanze legate all'infezione. In un solo giorno sono stati riportati 2.660 nuovi casi e 11 morti. Il Cile, che prevede di raggiungere il picco della pandemia a maggio, ha messo in atto misure di lockdown in 32 distretti, soprattutto nella capitale Santiago e nella sua area metropolitana, a partire da domani e per sette giorni.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook