Ministero Salute-Iss-Regioni: "Infezione sotto controllo"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Gio, Ott
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Ministero Salute-Iss-Regioni: "Infezione sotto controllo"

Ministero Salute-Iss-Regioni: "Infezione sotto controllo"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' positiva la situazione in Italia, nella settimana delle prime riaperture con la ripresa dell'attività lavorativa, secondo i dati della Cabina di regia ministero della Salute-Iss-Regioni sul monitoraggio della diffusione di Codiv-19 in Italia.

Ministero Salute-Iss-Regioni:
Ministero Salute-Iss-Regioni: "Infezione sotto controllo"

 

"Le misure di lock-down in Italia - evidenziano le conclusioni del report settimanale - hanno effettivamente permesso un controllo dell’infezione da Covid-19 sul territorio nazionale, pur in un contesto di persistente trasmissione diffusa del virus con incidenza molto diversa nelle 21 Regioni e province autonome".  

"Rimangono segnali di trasmissione - si legge - con focolai nuovi segnalati che descrivono una situazione epidemiologicamente fluida in molte regioni italiane. Questo richiede il rispetto rigoroso delle misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale e il distanziamento fisico". E inoltre, "è necessario un rapido rafforzamento dei servizi territoriali per la prevenzione e la risposta a Covid-19 per fronteggiare eventuali recrudescenze epidemiche durante la fase di transizione". 

In 18 Regioni/PA si rileva una "bassa probabilità di aumento di trasmissione ed un basso impatto sui servizi assistenziali". Fra queste, ci sono 10 Regione/PA "con un'incidenza settimanale bassa e intermedia-bassa, in cui il lock-down ha impedito il diffondersi dell’infezione; 8 ad incidenza alta e intermedia-alta, con una situazione complessa ma controllata". In 6 Regioni si segnala "una situazione epidemiologica in evoluzione e fluida per la presenza di focolai di trasmissione da monitorare con attenzione".  

Nel dettaglio, la situazione è in evoluzione in Molise e Umbria. Il Molise, Nella settimana 4-10 maggio, è passato "da una classificazione bassa a moderata, a causa di un focolaio di trasmissione identificato sul territorio e attualmente in fase di controllo, senza segnali di sovraccarico delle strutture assistenziali".  

In Umbria, la classificazione settimanale è passata "da bassa a moderata per un aumento nel numero di casi e un Rt maggiore di 1, ma "in un contesto ancora con una ridotta numerosità di casi segnalati e che, dunque, non desta una particolare allerta". 

Diversa la situazione in Lombardia. Qui, spiega il report della Cabina di regia, la classificazione settimanale è "moderata, ma si assiste ad una riduzione dei segnali di sovraccarico dei servizi sanitari". In questa Regione, però, "rimane elevato il numero di nuovi casi segnalati ogni settimana seppur in diminuzione". 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook