Elezioni, l'economista: "Con voto online risparmio 400-600 mln" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
12
Sab, Giu

Elezioni, l'economista: "Con voto online risparmio 400-600 mln"

Elezioni, l'economista: "Con voto online risparmio 400-600 mln"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Senza perdere tempo prezioso per cercare posti alternativi alle scuole, basterebbe votare online. Altro che palestre o caserme, più semplice e sicuro sarebbe allestire i seggi elettorali negli uffici postali per coloro che non avessero collegamento a internet".

Elezioni, l'economista:
Elezioni, l'economista: "Con voto online risparmio 400-600 mln"

 

A entrare così nel dibattito sull'Election Day è l'economista Sandro Simoncini, urbanista e docente di Economia delle imprese all’Università Uninettuno, intervistato dall'Adnkronos in merito alla proposta avanzata da più parti di non aprire i seggi all'interno dei plessi scolastici. "Ogni cittadino -sottolinea Simoncini – potrebbe votare in modo sicuro attraverso il proprio codice Spid, l'identità digitale necessaria per usufruire dei servizi della Pubblica amministrazione". "Inoltre, ciò comporterebbe - stima l'economista - un risparmio per lo Stato di centinaia di milioni di euro, all'incirca tra i 400 ed i 600 milioni di euro". Simoncini ricorda anche che "piattaforme del genere esistono già" e che "il problema, ancora una volta, è squisitamente burocratico visto che il Parlamento potrebbe approvare rapidamente una legge che consenta il voto online. Norma che potrebbe essere varata in tempi utili per voto di settembre".