Coronavirus, "nel Lazio 600 positivi da Bangladesh non intercettati"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Mar, Nov
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, "nel Lazio 600 positivi da Bangladesh non intercettati"

Coronavirus, "nel Lazio 600 positivi da Bangladesh non intercettati"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

''I nostri esperti hanno fatto dei calcoli, sulla base del dato ricavato dal campione dei passeggeri del volo speciale arrivato da Dacca lunedì, in cui il 13% dei passeggeri è risultato positivo.

Coronavirus,
Coronavirus, "nel Lazio 600 positivi da Bangladesh non intercettati"

 

Il risultato è molto preoccupante: tenendo conto di tutti i voli compresi quelli con scalo che hanno fatto rientrare immigrati del Bangladesh in Italia, in giro per Roma e in altre regioni ci sono 500- 600 positivi che non sono stati intercettati''. Lo dice Alessio D'Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio in un'intervista al Messaggero.  

L'assessore si dice ''pronto'' a fare tamponi a tutti i passeggeri provenienti da paesi con alta circolazione del virus. ''Lo abbiamo già fatto con questo volo speciale dal Bangladesh, abbiamo fatto il tampone a 276 passeggeri''. Ma, mette in chiaro, ''ci deve essere un atto del governo che lo dica''. ''Solo per l’operazione del volo di lunedì abbiamo impiegato 40 tra medici e infermieri per cinque ore questo significa che anche il traffico aereo subisce dei rallentamenti significativi. La responsabilità non può essere solo nostra ogni giorno arrivano migliaia di passeggeri extra UE''. In sintesi, ribadisce D'Amato, ''noi non abbiamo problemi, possiamo fare i tamponi a tutti. Ma il governo deve impegnarsi direttamente, tenendo anche conto dei contraccolpi sul traffico aereo. Possiamo anche decidere che in alcuni paesi si parte solo se hanno fatto il tampone prima''. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook