AstraZeneca: "Vaccino ancora possibile entro fine anno"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Mar, Ott
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

AstraZeneca: "Vaccino ancora possibile entro fine anno"

AstraZeneca: "Vaccino ancora possibile entro fine anno"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Non tutto è perduto. Il ceo di AstraZeneca Pascal Soriot, ha affermato oggi alla stampa britannica che il vaccino contro il coronavirus dell'azienda potrebbe ancora essere disponibile entro la fine dell'anno, o all'inizio del prossimo, nonostante lo stop dei trial clinici dopo il possibile effetto collaterale registrato in un volontario.

AstraZeneca:
AstraZeneca: "Vaccino ancora possibile entro fine anno"

 

AstraZeneca e l'Università di Oxford, che stanno sviluppando congiuntamente il vaccino, testandolo su 50.000-60.000 persone in tutto il mondo, hanno dovuto interrompere ieri le sperimentazioni per indagare sulla "malattia potenzialmente inaspettata" verificatasi in un volontario. Soriot, riferisce il 'Guardian', non è stato in grado di dire quando il trial sarebbe ripartito, ma ha spiegato: "Anche così, penso ancora che siamo sulla buona strada per avere una serie di dati da presentare prima della fine dell'anno" per l'approvazione normativa.

"Potremmo ancora avere un vaccino entro la fine di quest'anno, o all'inizio del prossimo anno" a seconda di quanto velocemente si muoverà l'agenzia regolatoria, ha aggiunto nel corso di un evento ospitato dal gruppo Tortoise. Il manager ha sottolineato che è comune avere pause nei trial causate da "eventi avversi", ma che "la differenza qui è che il mondo intero" sta guardando. Sono stati effettuati ulteriori test sulla persona che si è ammalata. I dati saranno quindi presentati a un comitato di sicurezza indipendente che li valuterà e poi deciderà se la sperimentazione può riprendere. "Non sappiamo se si tratta di mielite trasversa. Non sappiamo quale sia la diagnosi finale", ha concluso.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook