Covid, anticorpi nei neonati di donne incinte vaccinate: lo studio - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Dom, Nov

Covid, anticorpi nei neonati di donne incinte vaccinate: lo studio

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Quando le madri sono vaccinate in gravidanza, i bambini nascono con gli anticorpi contro il Covid-19. Lo prova uno studio israeliano, basato sull'esame del sangue del cordone ombelicale di 40 bimbi nati all'ospedale Hadassah di Gerusalemme, le cui madri avevano ricevuto le due dosi di vaccino Pfizer Biontech nel terzo trimestre di gravidanza.  

L'esame del sangue del cordone, che è il sangue del bambino, ha mostrato un alto livello di anticorpi, simile a quello delle madri. "Questo risultato sottolinea l'importanza di vaccinare le donne incinte e i benefici che ne derivano", ha dichiarato a Times of Israel la professoressa Dana Wolf, del dipartimento di virologia dell'ospedale Hadassah, che ha effettuato la ricerca. Lo studio, il primo di questo tipo, segue un'altra ricerca israeliana, che dimostra come donne vaccinate trasmettano gli anticorpi ai figli attraverso l'allattamento. I due studi mostrano una trasmissione di diversi tipi di anticorpi: immunoglobuline G per le donne incinte e immunoglobuline A per le donne in allattamento.  

Israele raccomanda la vaccinazione anche in gravidanza. E qualche giorno fa è stata scelta una donna incinta per celebrare il traguardo di cinque milioni di prime dosi somministrate. Ieri i media israeliani riportavano la tragica morte, a dieci giorni di distanza, di due sorelle di 23 e 31 anni ammalate di Covid, decedute poco dopo aver partorito i figli. E segnalavano come vi fossero 40 donne incinte ricoverate per complicazioni del Covid, nessuna delle quali vaccinata.