Covid Bolzano, da 26 aprile locali aperti anche all'interno con Coronapass - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
12
Mer, Mag

Covid Bolzano, da 26 aprile locali aperti anche all'interno con Coronapass

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Da lunedì 26 aprile, la Provincia di Bolzano riaprirà i locali interni dei ristoranti. Potranno accedere coloro che hanno un test negativo oppure chi è vaccinato oppure guarito dal coronavirus. L'ordinanza che il presidente della provincia Arno Kompatscher firma oggi prevede il 'CoronaPass', sul quale sarebbe in corso un dialogo con Roma per evitare l'impugnazione. Si tratta di una certificazione di essere testati, immunizzati naturali o vaccinati.  

"Con il CoronaPass, i test gratuiti e il buon andamento della campagna vaccini la Provincia di Bolzano si conferma prudente e organizzata", ha evidenziato Kompatscher sottolineando che "con i test permanenti nelle scuole abbiamo dimostrato che riaprire non significa automaticamente un nuovo aumento dei contagi". Il CoronaPass sarà sia cartaceo che, dal 5 maggio, digitale come applicazione con codice Qr sugli smartphone. Darà accesso non solo ai ristoranti ma anche a cinema, teatri e musei. Riprendono anche gli sport di squadra e di contatto, le attività extrascolastiche e quelle giovanili. Il 15 maggio toccherà alle piscine aperte e a luglio infine alle fiere e ai congressi.  

Per Kompatscher, "molte di queste aperture sono previste dalle normative statali, noi siamo ancora più prudenti con il CoronaPass. La politica - ha concluso - può solo indicare la cornice, spetta poi ai cittadini rispettare rigorosamente le regole e farsi testare e vaccinare".