Covid oggi Italia, "curva non si invertirà prima di febbraio"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Dom, Gen

Covid oggi Italia, "curva non si invertirà prima di febbraio"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Covid in Italia, "poche le speranze che prima di febbraio si inverta la curva". A dirlo all'Adnkronos Salute è Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani (Aaroi-Emac), che sottolinea anche "la grande preoccupazione per tutte attività extra Covid che vengono rallentate

o bloccate", spiega. "Siamo rassegnati alla nostra previsione che per tutto gennaio il trend di aumento dei dati pandemici non accennerà a diminuire apprezzabilmente. Speriamo che a partire dal mese prossimo la curva cominci ad appiattirsi".  

"Abbiamo numerosi ospedali - riferisce - che stanno sensibilmente riducendo, di nuovo, l'erogazione di cure non Covid, compresi interventi chirurgici a causa del sovraccarico ospedaliero dovuto al virus".  

La possibilità che da febbraio cominci la discesa dei contagi, conclude Vergallo, "dipenderà dal grado di incremento di vaccinazioni anti-Covid, conseguente all'ultimo decreto, e dal grado di attenzione della popolazione a usare precauzioni nell'interazione sociale".  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.