Vaiolo scimmie, India conferma primo morto
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Gio, Ago

Vaiolo scimmie, India conferma primo morto

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Le autorità indiane hanno confermato oggi il primo morto nel Paese a causa del vaiolo delle scimmie, precisando che si tratta di un uomo deceduto sabato scorso dopo essere tornato da un viaggio negli Emirati Arabi Uniti. La ministra della Sanità dello Stato del Kerala, Veena George, ha segnalato che l'uomo, un

ventiduenne residente a Thrissur, è morto in un ospedale privato della città alcuni giorni dopo essere rientrato dal Golfo, secondo quanto raccolto dal quotidiano The Indian Express.  

La ministra ha sottolineato che i test realizzati negli Emirati hanno dimostrato la positività del ragazzo al vaiolo delle scimmie e ha aggiunto che "i familiari hanno consegnato i risultati sabato". L'India, che fino ad oggi ha confermato quattro casi di questa malattia, tre nel Kerala e uno a New Delhi, è diventata così il terzo Paese a registrare vittime fuori dall'Africa, dopo Spagna e Brasile.  

L'Oms ha dichiarato alla fine di luglio la malattia un'emergenza di salute pubblica di carattere preoccupante a livello internazionale. Il vaiolo delle scimmie è una zoonosi virale, una malattia provocata da un virus che passa dagli animali all'uomo, che produce sintomi simili a quelli che si osservavano in passato nei malati di vaiolo, anche se meno gravi, spiega l'Oms sul suo sito.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.