Cibonfa debutta da solista ne 'I mostri di ieri' e sceglie Rosemar come nome d'arte - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Gio, Dic

Cibonfa debutta da solista ne 'I mostri di ieri' e sceglie Rosemar come nome d'arte

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

'Rosemar' è il nome d'arte e il nuovo progetto musicale di Marco Cibonfa, artista italiano di origine maltese che fa il suo debutto da solista con il singolo 'I mostri di ieri', mentre parallelamente continua a lavorare con la band indie-folk Calembour.

alternate text

 

"Quando ho scritto questo brano, circa due anni fa - racconta l'artista all'Adnkronos - l’ho fatto partendo dal disorientamento che provavo alle prese con i ricordi, con la consapevolezza che il mio sentirmi unico di fronte all'amoreera un'illusione e partendo così dall’intenzione di riordinare le idee, di scrivere qualche riga di sfogo alla ricerca di me stesso, allontanandomi dal rumore. Da qui è nata 'I mostri di ieri' e due anni dopo, quando ho deciso di far uscire la mia musica, non ho avuto dubbi che sarebbe stato il primo brano da pubblicare, non per chissà quale piano strategico di marketing ma solo perché è una canzone profondamente autentica".

"Ho registrato il brano assieme ad alcuni amici e molte persone hanno prestato il loro talento per confezionare i vari contenuti legati a questa uscita. Abbiamo girato anche il video del brano che sarà presentato nei prossimi giorni. Edoardo Giuliani di Kunai Studio è riuscito nella semplicità del girato a trasmettere qualcosa di profondo, complice anche l’espressività di Raffaella Antinucci che è l’attrice protagonista della clip", dice Rosermar che ha scritto, arrangiato e suonato 'I mostri di ieri' con i musicisti Francesco Cornaglia, Davide Pilati, Angelo Viviani e Andrea Denanni.

Il singolo è stato registrato tra l’Officina Sonora Studio di Torino e il Blu Room Studio di Chivasso, mixato da Alessandro Vendrame al Blu Room Studio di Chivasso e masterizzato da Simone Squillario all’Hybrid Studio di Torino. Hanno contribuito inoltre Davide Turbino e Matteo Rizzo. L’artwork del singolo è di Vittoria DʼAmico, la fotografia di Edoardo Giuliani. Parallelamente allʼesperienza con la band indie-folk Calembour - con la quale ha siglato un contratto discografico con l’etichetta statunitense StandBy Records, esibendosi in centinaio di live in tutta Europa, il cantautore ha scelto di intraprendere, quindi, un percorso solista col desiderio di sperimentare nuove sonorità alt-rock.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002