Dopo anni di chiusura, a Roma riapre il Teatro Parioli - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Lun, Gen

Dopo anni di chiusura, a Roma riapre il Teatro Parioli

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Siamo i pazzi che hanno deciso di aprire un teatro". Così si presentano i nuovi 'patron' del teatro Parioli di Roma - conosciuto, se non altro per il nome, da decine di milioni di telespettatori italiani perché proprio da qui ogni sera andava in onda il 'Maurizio Costanzo Show' - che dopo anni di chiusura riapre al pubblico, con una stagione che partirà ufficialmente il giorno dopo Natale per chiudersi a metà maggio.

alternate text

 

A disegnare il cartellone della prima stagione della riapertura è il nuovo direttore artistico, il regista Piero Maccarinelli: "Sarà una stagione che vedrà rappresentato il teatro d'arte e il teatro d'intrattenimento, entrambi legati dalla qualità dei testi proposti e dalla qualità registica e attoriale", assicura presentando la 'scaletta' degli spettacoli, dopo aver ringraziato il Mic e il ministro della Cultura, Dario Franceschini "per l'impegno preso e mantenuto sulla piena capienza nei teatri, a partire proprio da oggi, sperando che sia un segno beneagurante...".

Si parte il 26 dicembre con 'Mistero Buffo' di Dario Fo e Franca Rame che riproporrà l'atmosfera medievale e popolare incarnata dal giullare Matthias Martelli; per proseguire con la coppia di gemelle in perenne contrasto "ancor prima di nascere" formata da Nancy Brilli e Chiara Noschese per 'Manola', il testo scritto da Margaret Mazzantini, che all'esordio ne fu anche attrice diretta da Sergio Castellitto. Quindi le coppie al maschile con Filippo Dini e Valerio Binasco per 'Spank', Ale & Franz per 'Comincium', Glauco Mauri e Roberto Sturno per le 'Variazioni enigmatiche' di Eric-Emmanuel Schmitt.

Dopo il duplice omaggio a Napoli e ai De Filippo con Lina Sastri nel suo 'Eduardo mio' di cui è autrice, regista e interprete e con Enzo Decaro nella commedia 'Non è vero ma ci credo' firmata da Peppino De Filippo, la stagione si chiude con 'Cetra... una volta' con Toni Fornari, Emanuela e Stefano Fresi, diretti da Augusto Fornari. Il cartellone si completa poi con due eventi speciali: 'La Mafia' da un testo di don Luigi Sturzo datato 1900 con la regia di Piero Maccarinelli; e 'La lezione a teatro' per il progetto prodotto da Artisti Riuniti: entrambe le proposte mirano a coinvolgere un pubblico giovane, per una sorta di stagione 'parallela'.

(di Enzo Bonaiuto)

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002