Conor McGregor e Francesco Facchinetti, la testimonianza di Benji - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Dom, Nov

Conor McGregor e Francesco Facchinetti, la testimonianza di Benji

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Conor McGregor ha dato un pugno senza motivo a Francesco Facchinetti, lo ha fatto volare dall'altra parte della stanza". Benjamin Mascolo è stato testimone diretto dell'aggressione di Conor McGregor ai danni di Francesco Facchinetti. L'attore era a Roma e ha partecipato alla Festa del Cinema per il film Time is Up interpretato con la moglie Bella Thorne.

alternate text

 

Nella notte tra sabato e domenica, Mascolo ha partecipato alla festa in un hotel della capitale dove alloggia McGregor. "Siamo arrivati verso l'1, ci hanno fatto aspettare in una sala riunioni. Conor è arrivato, per 2 ore abbiamo parlato con toni amichevoli. Verso le 3 -racconta Benji- con mia moglie abbiamo deciso di andar via, visto che avremmo dovuto rientrare a Milano in mattinata. Conor ha insistito perché rimanessimo, voleva continuare a far festa. Francesco a quel punto ha detto 'se volete andare, non c'è problema. Restiamo noi'. Improvvisamente, senza alcun motivo, McGregor ha colpito Francesco con un pugno vero: gli ha rotto il labbro, Francesco perdeva sangue. E' volato dall'altra parte della stanza, non so come abbia fatto a rimanere in piedi. Le guardie del corpo e gli amici hanno bloccato McGregor, erano 5-6. Noi, scortati da altre 2 guardie, siamo usciti da una porta laterale dell'hotel".

"Sono sempre stato un suo fan, mi ha fatto avvicinare all'UFC, sono andato a vederlo a Las Vegas. Avevo una stima enorme per l'atleta, per la persona avevo altissime aspettative che sono andate distrutte ù. Questa persona poteva dare un pugno a me, a mia moglie, a mio fratello. E' stato scioccante, sono scandalizzato. Sono dalla parte di Francesco, gli ho detto che era suo dovere denunciare per evitare che una cosa del genere si ripeta. Se bisogna andare in tribunale, io andrò in tribunale", dice ancora.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002