'Mamma mia!', dopo due anni a Roma riapre il teatro Sistina
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Gio, Gen

'Mamma mia!', dopo due anni a Roma riapre il teatro Sistina

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' proprio il caso di esclamare 'Mamma mia!': dopo due anni di chiusura forzata per la pandemia del Covid, riapre a Roma il teatro Sistina; e il sipario si rialzerà nuovamente, dal 7 dicembre, proprio con il musical 'Mamma mia!' che celebra l'epopea degli Abba, firmato dal regista Massimo Romeo Piparo che del tempio della commedia musicale italiana è il direttore artistico.

alternate text

 

Sul palcoscenico, saranno protagonisti Paolo Conticini, Luca Ward, Sergio Muniz e Sabrina Marciano, nel ruolo che nel film è interpretato da Meryl Streep.

A completare il cast del musical - che ha già registrato oltre mezzo milione di spettatori in circa duecento repliche - sono una trentina di artisti e l’orchestra diretta dal Maestro Emanuele Friello. I brani più famosi degli Abba - da 'Mamma Mia!' a 'Dancing Queen', da 'The winner takes it all' a 'Super Trouper', in tutto 24 canzoni - sono stati tradotti in italiano e curati direttamente dal regista Massimo Romeo Piparo, come i dialoghi.

"Finalmente si torna a sognare, finalmente si torna a lavorare - esclama soddisfatto Massimo Romeo Piparo, direttore artistico del teatro Sistina - Sono stati due anni durissimi per noi operatori dello spettacolo dal vivo; anni in cui ci è stata negata improvvisamente l’essenza stessa del nostro mestiere: la condivisione, la vicinanza di persone in occasione di un rito che si compie. Ora, il Sistina riparte con entusiasmo e rinnovandosi completamente, offrendo allo spettatore la prova di quanto tenga al proprio pubblico".

Ma, sottolinea Piparo, "la fiducia va conquistata sul campo e noi lo abbiamo fatto anche a partire dai rimborsi effettuati durante l’emergenza sanitaria, quando tutti emettevano voucher trattenendo somme di denaro per oltre 20 mesi: in un momento di tale incertezza e di privazioni, noi operatori abbiamo l’obbligo di dimostrare di volere a tutti i costi meritare questa fiducia".

Gli spettatori troveranno un teatro rinnovato, con poltrone nuove per una maggiore comodità, moquette, boiserie, velluti, servizi igienici, foyer, marmi, un nuovo sistema di aerazione e un nuovo sistema di biglietteria, in persona al botteghino oppure online sul sito con una novità tecnologica di cui il Sistina sarà il primo teatro italiano a dotarsi, ovvero la mostra in 3D della visione del palco dal posto scelto. Rinnovato anche il sistema di ristorazione. Infine, ultima novità: l’orario di inizio degli spettacoli, con le repliche serali che inizieranno alle 20.30 anziché alle 21 mentre alle 16 sono programmate le pomeridiane.

(di Enzo Bonaiuto)

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002