Feltri a Travaglio: "No-vax hanno guasto all'intelligenza"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Sab, Ago

Feltri a Travaglio: "No-vax hanno guasto all'intelligenza"

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Vittorio Feltri "consiglierebbe" anche ai bambini, o a un suo nipote, di vaccinarsi e introdurrebbe l'obbligo vaccinale. Il direttore editoriale di 'Libero' risponde così, parlando con l'AdnKronos, alle affermazioni del direttore de 'Il Fatto Quotidiano', Marco Travaglio, che a 'Otto e Mezzo' ha detto: "Se avessi un bambino non lo vaccinerei neanche se mi puntassero una pistola.

alternate text

 

Aspetterei che ne vaccinassero almeno qualche centinaia di migliaia di altri prima". Feltri critica subito i no-vax e senza giri di parole sottolinea: "Ho come l'impressione che i no-vax abbiano avuto un guasto all'intelligenza fin da piccoli che non hanno mai riparato".

"Se non c'è l'obbligo vaccinale - sostiene Feltri - è inutile fare delle discussioni. Io lo metterei. Siccome se ne discute, ma la cosa non accade, c'è poco da chiacchierare. Certo, per i bambini bisogna vedere quanti anni hanno. Nessuno sa niente sugli effetti che può produrre su di loro. Molti dicono che non ci sarebbero effetti, altri invece dicono di aspettare. Io consiglierei di farlo, un consiglio non certo un ordine". Quanto all'obbligo vaccinale, argomenta Feltri, "non capisco perché dicano che sia anticostituzionale. Quando ho fatto il militare nel '64, per esempio, sono stato obbligato a fare la leva. E quando sono arrivato in caserma mi hanno fatto delle iniezioni obbligatorie al petto. Devo dire che, peraltro, mi hanno fatto anche bene perché per due anni non ho avuto il raffreddore. Anche la caserma era anticostituzionale?"

"Su di me - continua Feltri - le vaccinazioni le ho fatte tutte e tre e se ci fosse la quarta la farei. L'esperienza che abbiamo ci fa capire che il vaccino è una protezione, non è il passaporto per l'immortalità. Si può morire anche col vaccino, ma se lo fai hai meno probabilità. Secondo me il ragionamento da fare è questo", conclude.

(di Carlo Roma)

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.