Il regista reggiano Bonvicini fa incetta di premi all’estero con "Warm Breeze", un corto muto
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Dom, Gen

Il regista reggiano Bonvicini fa incetta di premi all’estero con "Warm Breeze", un corto muto

Andrea Toy Bonvicini - Hollywood - Warm Breeze

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Un riconoscimento dopo l’altro in campo internazionale, questo il successo che sta riscuotendo il cortometraggio Warm Breeze diretto dal reggiano Andrea Toy Bonvicini, già direttore alla fotografia, questa volta nelle vesti di autore e regista dell’opera.

Ritratto Andrea Toy Bonvicini
Ritratto Andrea Toy Bonvicini

 

Dall’India dove il film della durata di 13 Minuti ha fatto incetta di premi, prima al Calcutta International Cult Film Festival (CICFF) (https://www.hlc-cicff.com) dove ha ottenuto riconoscimenti in tre categorie poi al Crown Wood International Film Festival dove ha ottenuto il primo premio in cinque categorie tra cui "Miglior Film Muto" e ancora all’ Hollywood International Golden Age Festival, (https://higafestival.com/winners-october-2021/) dove il riconoscimento è arrivato proprio alla regia di Bonvicini. Non solo. Il corto, prodotto con le musiche di SOI130, è in concorso al David di Donatello 2021.

Per Bonvicini un secondo appuntamento con questo prestigioso festival dopo l’esperienza che lo ha visto, sempre tra i candidati, nel 2019 con il corto "My Son Thomas" di cui aveva diretto la fotografia.

Warm Breeze corre anche a Los Angeles per la 24° Edizione dell ARPA International Film Festival dove è già selezionato, oltre al New York Movie Award, Rome Prisma Award e molti altri festival ancora.

Ha ottenuto anche una menzione d’onore al Florence Film Award.

Girato durante l’emergenza covid, Warm Breeze è un cortometraggio muto. Una sfida nella sfida per Bonvicini che per la seconda volta si cimenta con il genere muto.

Warm Breeze è la storia di Miguel, un ragazzo cubano, prigioniero dei problemi del suo passato cerca di stemperare la sua malinconia scrivendo e disegnando su un diario.
Il caldo vento dei Caraibi gli darà l’opportunità di evolversi e trovare la pace interiore che tanto desidera.

Il destino infatti lo porterà ad incontrare due maestri spirituali che lo guideranno verso la crescita interiore dimostrando che ciò che cerchiamo è spesso impercettibile come un soffio di vento ma c’è!

Locandina Warm Breeze
Locandina Warm Breeze

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: RedEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002