Renato Zero, ecco il testo dell'inedito scritto per i sorcini
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Sab, Ott

Renato Zero, ecco il testo dell'inedito scritto per i sorcini

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Si è aperto con l'inedito 'Quel bellissimo niente' dedicato al suo affezionatissimo pubblico, il live di Renato Zero al Circo Massimo che ha inaugurato stasera una serie di 6 concerti romani del cantautore, intitolati 'Zerosettanta', perché inizialmente programmati per il 2020 in occasione dei 70 anni dell'artista e poi rimandati per il Covid.

alternate text

 

"È grazie a te che alla fine ho compreso il mio posto qual è", ha cantato Renato inizialmente rimasto dietro le quinte mentre sul maxischermo del palco scorreva il testo del brano, che si chiude con una dedica struggente: "Quante vite mi hai lasciato vivere. Ci sei stata sempre, mia bellissima gente. Abbia cura di te. E di me...". Sul finale, foglietti con il testo dell'inedito firmato da Renato sono stati lanciati sulla folla e sono andati a ruba come ricordo di questo evento speciale.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.