Cozzoli: "Piazza di Siena non finisce oggi, ma vive in attesa del prossimo anno"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Dom, Lug

Cozzoli: "Piazza di Siena non finisce oggi, ma vive in attesa del prossimo anno"

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

“Da domani, Piazza di Siena vive in attesa del prossimo anno”. Più che un auspicio, una certezza, espressa dalle parole del presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, Vito Cozzoli, nella consueta conferenza stampa di bilancio dello Csio di Piazza di Siena, giunto quest’anno alla sua 90a edizione. “Devo dire grazie.

alternate text

 

Grazie perché siamo parte di un evento sportivo molto importante, in uno scenario senza eguali -le parole di Cozzoli-. Un parco che fa parte della storia unica di una delle città capitali del mondo. Siamo protagonisti, ed è questo il privilegio: cavalli, atleti, pubblico, Comune di Roma, Sovrintendenza, gli sponsor, il team che lavora per Sport e Salute. Ogni anno cerchiamo di fare di più, il meglio possibile per rendere sempre più bella questa manifestazione, che non finisce qui”.

La mission di Sport e Salute, infatti, non si esaurisce ai quattro giorni dell’evento sportivo. “Per noi la manifestazione prosegue domani, lo spettacolo resta intatto -sottolinea il presidente e a.d. di Sport e Salute-. L’eredità degli eventi sportivi importante quanto l'evento stesso, un’entità collegata all'aspetto sportivo ma anche alla legacy. L'evento vive in attesa del prossimo anno: vogliamo lasciare traccia di quello che si è realizzato qui a Piazza di Siena. Un modello sportivo vincente che unisce green, sostenibilità, inclusione, sport, eccellenza del made in Italy, la gratuità. Un risultato raggiunto, l’ennesimo risultato raggiunto da Sport e Salute, in un’edizione che si è chiusa anche con un grande risultato sportivo come il secondo posto nella Coppa delle Nazioni. Ringrazio tutti, ma da domani tutti avranno la possibilità di calpestare un prato senza frontiere, da 3500 metri quadri: uno spazio aperto, senza barriere, che consente a tutti di usufruire di un site straordinario”.

All’evento sportivo, quindi, si lega la riqualificazione dell’area. “Ci sentiamo i custodi morali di Piazza di Siena: dalla Valle dei Platani fino a via Pinciana, stiamo lavorando con il Comune di Roma per un’anagrafica degli alberi. La cura del verde va di pari passo con la cura del bello. Quest’anno, attraverso il restauro, abbiamo restituito alla città la Mostra dell’Acqua Felice: ribadisco che Sport e Salute è qui 365 giorni l’anno al di là del concorso ippico”.

Da domani si pensa al 2024: “Il futuro è consolidare quello che abbiamo conquistato, facendolo diventare strutturale. Continueremo a lavorare per la riqualificazione ulteriore dell’intera area. Il Ministro Abodi ha lanciato il tema della valorizzazione di Villa Borghese. Noi siamo tutti innamorati di questo luogo, come siamo innamorati del Foro Italico, tra qualche giorno saremo innamorati di Colle Oppio, sede dei Mondiali di skate. Questo è il triangolo della bellezza sportiva che Roma offre al mondo”.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.