Inter scudetto, la Juve si congratula e tifosi si arrabbiano - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Gio, Set

Inter scudetto, la Juve si congratula e tifosi si arrabbiano

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Congratulazioni all'Inter per la vittoria del Campionato 2020/2021!". La Juventus, dopo 9 scudetti consecutivi, abdica. E dal proprio profilo Twitter fa i complimenti all'Inter. Ci sono anche le parole del presidente bianconero Andrea Agnelli, che si rivolge al collega nerazzurro Steven Zhang. "Ben fatto Steven! Felice per te e orgoglioso di essere un tuo leale avversario sul campo e un

amico fuori dal campo. Noi torneremo...", dice Agnelli. Un fair play insolito per il calcio italiano. Una sportitivà che il popolo juventino, per usare un eufemismo, non apprezza. L'Inter, per i tifosi della Juventus, rimane la società che nel 2006 si è appropriata dello 'scudetto di cartone', intestandosi un campionato vinto sul campo della Juve e revocato dai procedimenti sportivi di calciopoli. Inoltre, nei 9 anni di dominio juventino dagli altri club di Serie A i complimenti alla Vecchia Signora sono arrivati col contagocce alla fine di ogni torneo: si segnalano tweet della Sampdoria e poco altro. Di sicuro, dicono i tifosi della Juve, mai un gesto sportivo dell'Inter, che oggi viene omaggiata. "E' un fake?'', chiede un tifoso commentando il messaggio della Juventus. Man mano che si accumulano le reazioni, si aggiungono anche i follower che apprezzano. "Ma perche dobbiamo sempre fare queste cose quando nessuno le fa mai per noi?", chiede uno juventino deluso. "Perché noi siamo superiori", la risposta di un 'collega'.