Tokyo 2020, accordo Cio-Pfizer per vaccinare gli atleti - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Sab, Set

Tokyo 2020, accordo Cio-Pfizer per vaccinare gli atleti

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il vaccino Pfizer-Biontech sarà disponibile per gli atleti e le delegazioni di tutti i Paesi che partecipano alle Olimpiadi di Tokyo. Pfizer e BioNTech e il Comitato olimpico internazionale (Cio) hanno annunciato la firma di un Memorandum d'intesa per donare le dosi in vista dell'atteso evento sportivo che dovrebbe prendere il via il 23 luglio 2021.

alternate text

 

Nell'accordo è previsto che Pfizer e BioNTech si coordinino con i Comitati olimpici nazionali in tutto il mondo per aiutarli ad affrontare la necessità locale di dosi di vaccino per la partecipazione delle delegazioni nazionali ai Giochi.  

La consegna delle dosi iniziali alle delegazioni partecipanti dovrebbe partire alla fine di maggio, ove possibile, per garantire che i partecipanti alle Olimpiadi ricevano le seconde dosi prima dell'arrivo a Tokyo. "I Comitati Olimpici Nazionali (Noc) lavoreranno con i loro governi locali per coordinare la distribuzione in conformità con le linee guida di vaccinazione di ogni paese e in conformità con le normative locali", afferma il Cio. 

"Questa donazione del vaccino è un altro strumento nella nostra 'cassetta degli attrezzi' di misure per contribuire a rendere i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 sicuri e protetti per tutti i partecipanti, e per mostrare solidarietà ai nostri gentili ospiti giapponesi", ha detto il presidente del Cio Thomas Bach. “Stiamo invitando gli atleti e le delegazioni partecipanti ai prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici a dare il buon esempio e ad accettare il vaccino dove e quando possibile. Prendendo il vaccino, possono inviare un messaggio potente che la vaccinazione non riguarda solo la salute personale, ma anche la solidarietà e la considerazione del benessere degli altri nelle loro comunità. Vorremmo ringraziare Pfizer e BioNTech per questa donazione molto generosa a sostegno della vaccinazione di atleti e partecipanti ai Giochi in vista dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020", ha aggiunto Bach. 

Il prof. Uğur Erdener, presidente della commissione medica e scientifica del Cio, ha dichiarato: “Vediamo l'importanza della vaccinazione in tutto il mondo. Incoraggiamo gli atleti e i partecipanti ai Giochi a prendere il vaccino quando possibile. La vaccinazione è uno strumento importante per proteggere non solo se stessi, ma anche le loro comunità". 

Durante una conversazione tra Albert Bourla, presidente e amministratore delegato, Pfizer, e Suga Yoshihide, primo ministro del Giappone, che è il paese ospitante di Tokyo 2020, Bourla ha fatto un'offerta per donare il vaccino Pfizer-BioNTech Covid-19 per atleti e le loro delegazioni che partecipano a Tokyo 2020. A seguito di questa conversazione, il governo giapponese ha avuto un incontro con il Cio ed ora il piano di donazioni è stato realizzato. 

"Con centinaia di milioni di vaccini già somministrati e centinaia di milioni ancora da fare, Pfizer si impegna, insieme a BioNTech, a fare tutto il possibile per aiutare a porre fine a questa pandemia e aiutare a riportare il mondo a un senso di normalità", ha detto Albert Bourla, presidente e amministratore delegato, Pfizer. “Il ritorno dei Giochi Olimpici e Paralimpici rappresenta un momento monumentale di unità mondiale e di pace dopo un anno estenuante di isolamento e devastazione. Siamo orgogliosi di svolgere un ruolo nel fornire vaccini agli atleti e alle loro delegazioni olimpiche nazionali, ove possibile". 

“Fornire vaccini ai partecipanti ai Giochi è uno dei modi fondamentali per contribuire a garantire che i Giochi siano più sicuri e di successo possibile. Con oltre 430 milioni di dosi già erogate, il nostro vaccino continua ad aiutare a proteggere vite in tutto il mondo e a riportarci alla nostra vita normale", ha affermato Ugur Sahin, MD, Ceo e co-fondatore di BioNTech. “I Giochi Olimpici e Paralimpici di quest'anno sono un momento storico che rappresenta la comunità globale e il modo in cui stiamo insieme. Siamo onorati di poter contribuire con il vaccino a sostenere la sicurezza dei Giochi Olimpici e Paralimpici". 

L'annuncio segue l'uscita della seconda edizione dei Playbook , che forniscono informazioni dettagliate e linee guida ai vari gruppi di stakeholder che partecipano ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020.