Coppa Italia, Balata: "Non conosco le motivazioni della decisione della Lega A" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Lug

Coppa Italia, Balata: "Non conosco le motivazioni della decisione della Lega A"

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

“La nuova Coppa Italia? Non conosco le motivazioni sottese a tale decisione di Lega A. La competizione è sempre stata gestita dalla Lega nazionale professionisti ed è stata poi regolamentata anche in sede di separazione A e B”. Sono le parole del presidente della Lega Serie B, Mauro Balata, all’Adnkronos sul nuovo format della Coppa Italia con le sole squadre di Serie A e B. Balata poi sulla situazione economica ha sottolineato: “Anche il nostro mondo è stato stravolto dalla pandemia e non possiamo camminare con la testa all’indietro, sarebbe un errore drammatico. 

alternate text

 

"Il calcio ha bisogno di scelte innovative, coraggiose. Lo dico da tempo: un grande piano strategico, innovativo e che parte da una vera ristrutturazione del comparto professionistico, che non può più essere rinviata”. 

“Parlare di costi senza partire da una seria ristrutturazione dell’intero sistema economico non serve. Regole certe, percorsi individuati sin d’ora e obiettivi definiti. Solo così si può ripartire in modo serio e credibile”, ha aggiunto il numero uno della Lega B.