Finale Coppa Italia, torna il pubblico per Atalanta-Juve - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Lug

Finale Coppa Italia, torna il pubblico per Atalanta-Juve

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Per la finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus, il prossimo 19 maggio alle 21, torna il pubblico. La Lega calcio di Serie A - nel giorno del ritorno degli spettatori agli Internazionali Bnl di tennis - ha ufficializzato la presenza del pubblico anche alla finale di Coppa Italia a Reggio Emilia: 4.300 persone potranno accedere al Mapei Stadium, secondo quanto stabilito dal Cts.  

alternate text

 

Per far sì che tutto si svolga nella massima sicurezza la lega A si servirà dell’App 'Mitiga', che si potrà scaricare gratuitamente, sulla quale i tifosi potranno pre-registrarsi e caricare il proprio biglietto, ma avranno bisogno di altri due 'documenti' per poter assistere alla partita: dovranno caricare, con la collaborazione delle farmacie di Federfarma, anche un tampone anti-Covid (almeno di tipo antigenico) effettuato 48 ore prima dell'evento o il completamento dell'iter vaccinale (necessaria la somministrazione di entrambe le dosi) oppure un certificato di guarigione dal Covid negli ultimi sei mesi. 

Questo consentirà di generare un Qr-Code con il quale si potrà entrare allo stadio con un posto numerato assegnato (con distanziamento di 1,5 metri dagli altri spettatori, mascherina obbligatoria per tutta la durata del match e misurazione della temperatura all'ingresso). Se il Qr-Code sarà verde vorrà dire che la procedura è stata interamente eseguita correttamente, mentre se sarà rosso significherà che qualcosa non è stato fatto correttamente, anche per questo saranno allestiti dei punti fuori lo stadio per intervenire, dove possibile, per risolvere le problematiche. Quella tra Atalanta e Juventus sarà quindi la partita del ritorno ad una quasi normalità ma anche un banco di prova generale per la presenza del pubblico in futuro negli eventi calcistici e sportivi italiani, come i prossimi Europei. L'altra novità è quella che vedrà tutti i calciatori sedere in panchina, come non avveniva da tempo, e nessuno in tribuna. 

Gli spettatori verranno spalmati nei quattro settori dello stadio. La curva Nord sarà aperta ai tifosi dell'Atalanta (che metterà in vendita i biglietti sul circuito Vivaticket), la Sud per i tifosi della Juventus (che venderà i tagliandi sul circuito diretto della società, con priorità ai fan club). Una parte dei biglietti saranno in omaggio e destinati a iniziative sociali. I nerazzurri si stanno indirizzando verso sindaci e parroci delle zone più colpite dal Coronavirus, mentre i bianconeri li daranno a settore giovanile e a Save the Children. La Regione Emilia-Romagna ha annunciato che donerà la propria parte a 150 medici e infermieri degli ospedali come segno di riconoscenza verso la sanità.