Tokyo 2020, basket: Italia-Nigeria 80-71 e azzurri ai quarti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Mar, Giu

Tokyo 2020, basket: Italia-Nigeria 80-71 e azzurri ai quarti

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'Italia del basket batte la Nigeria e si qualifica per i quarti di finale alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Gli azzurri del ct Meo Sacchetti cambiano marcia nell'ultimo quarto, dove arrivano con 7 punti da recuperare, e si impongono per 80-71 (29-17, 11-22, 16-24, 24-8).

alternate text

 

Il successo, sofferto e decisivo per la qualificazione ai quarti, arriva dopo la vittoria all'esordio contro la Germania e la successiva sconfitta con l'Australia. Fondamentale l'apporto di Nicolò Melli, il migliore degli azzurri con 15 punti. Ancora sotto tono Danilo Gallinari, che chiude con il magro bottino di 3 punti. L'Italia non era tra le migliori 8 alle Olimpiadi da ben 17 anni (l'ultima volta ad Atene 2004). Ancora da definire l'avversario nei quarti.

"E' stata una vittoria di testa e di pancia", dice coach Sacchetti. "Di testa i miei giocatori sono molto forti e di pancia se la sentono ed è anche giusto se siamo arrivati qua. E' stata una partita diversa, con alti e bassi, abbiamo patito sotto canestro con i loro centri, siamo stati bravi a recuperare all'inizio del quarto quarto anche con qualche giocatore dalla panchina che ha messo grande intensità", aggiunge il ct.

"Oggi non abbiamo tirato bene da tre punti perché loro sono molto aggressivi e atletici ci hanno tolto gli spazi per fare questi tiri puliti, però stavolta abbiamo vinto in un'altro modo, difesa molto buona", evidenzia Sacchetti. "Ora -conclude- ricarichiamo un po' le batterie. Usa ai quarti? Io penso siano la squadra più forte, sarebbe bello incontrare questi campioni per i miei giocatori ma vediamo quello che succede".

"Oggi la squadra ha dimostrato carattere come con la Germania e nel preolimpico. Voglio fare un grandissimo ringraziamento a ‘Gallo’ per come si sta sacrificando per la squadra, è entrato in punta di piedi, fa le cose sporche, è positivo in panchina, e non sta benissimo. Questo fa vedere quanto questa squadra ci tenga ed abbia voglia di sacrificarsi", le parole del capitano dell’Italbesket, Nicolò Melli.

“Ognuno nella partita fa le piccole cose che fanno gruppo -sottolinea-. Tutte cose che aiutano a creare questa atmosfera e questi risultati. Nessuno si aspettava di arrivarci ma una volta che ci arrivi perché no, questo è un girone equilibrato. Tra noi c’è sempre un bel clima, tranne con l’Australia perché temevamo il rimpianto di aver buttato via qualcosa. Domani vediamo chi sarà l’avversario e prepareremo la gara con faccia tosta, con voglia di stare insieme, sacrificarsi, soffrire ed eventualmente gioire alla fine".

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.