Tokyo 2020, Jacobs vola nei 100 metri: 9''94, record italiano
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Mar, Giu

Tokyo 2020, Jacobs vola nei 100 metri: 9''94, record italiano

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Marcell Jacobs vola in semifinale nei 100 metri alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L'azzurro ha vinto la sua batteria con il tempo di 9''94, limando di un ulteriore centesimo il record italiano che aveva fatto registrare a Savona lo scorso maggio. Nella lista all time degli azzurri, Jacobs precede Filippo Tortu (9''99) e Pietro Mennea (10''01).

 

Lo stesso Tortu è andato in pista nelle batterie dei 100 metri a Tokyo dopo Jacobs, senza brillare: il 23enne ha chiuso quarto in 10"10, un tempo che basta comunque all'azzurro per accedere alle semifinali.

"Un inizio di Olimpiade perfetto. L’obiettivo era qualificarsi in prima posizione per avere una buona corsia in semifinale, ma non mi aspettavo questo tempo almeno per come ho corso - le parole di Marcell Jacobs - Mi sento in condizioni ottime. Quale tempo per arrivare a medaglia? Non ne ho idea, lo scopriremo solo domani. Voglio migliorare il 9’’94 di oggi ma non devo correre pensando al crono. Cercherò di riguardare tutti i piccoli dettagli che ho sbagliato oggi e migliorarli. Per esempio sono uscito bene dai blocchi ma ho fatto i primi passi un po’ troppo ampi. Domani cerchiamo di aumentare la frequenza mantenendo le stesse ampiezze".

"Ora sono consapevole del mio percorso e si iniziano a vedere i risultati - aggiunge il velocista azzurro delle Fiamme Oro - La sto vivendo benissimo, con tanta serenità. E’ un sogno che ho da quando sono bambino e mi sto godendo tutto quello che mi accade. Unica cosa: domani cerchiamo di arrivare più riposati di oggi. Da quando sono qui in Giappone non mi sono mai svegliato più tardi delle 7 di mattina!".

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.