Turchia, gol e rissa per Balotelli - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mer, Ott

Turchia, gol e rissa per Balotelli

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Mario Balotelli ancora protagonista in Turchia. L'attaccante del Demirspor di Vincenzo Montella, parte dalla panchina, entra segna e serve l'assist del 3-3 che consente alla sua squadra di rimontare tre reti al Besiktas, conquistando un punto importante in un match del campionato turco. Besiktas in vantaggio per i gol di Francisco Javier

Montero Rubio e Josef de Souza Dias. Poi nella ripresa trova anche il terzo gol con Ridvan Yilmaz ma subisce la reazione degli ospiti: al 60' segna Matias Vargas, poi entra Balotelli che al 79' accorcia ancora le distanze. E al 97', nel lunghissimo recupero concesso dall'arbitro, il Demirspor trova la rete del pareggio con Assombalonga su assist dello stesso Balo.  

Supermario che poi diventa protagonista negativo nel finale: dalle immagini sembra dire qualcosa alla panchina avversaria, scatenando una rissa. Ma tutto era partito dall'esultanza dopo il gol. Lo stesso Balotelli, ammonito, su Instagram ha scritto di avere "cervello". Obiettivo di Supermario era Sergen Yalcin, il tecnico del Besiktas, perché nel 2020 avrebbe rifiutato categoricamente il suo arrivo al club turco, considerando il giocatore una testa calda e, come riportò qualcuno, "senza cervello".