Giampiero Galeazzi, Abbagnale: "Era la voce del canottaggio"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Mer, Gen

Giampiero Galeazzi, Abbagnale: "Era la voce del canottaggio"

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"La morte di Giampiero Galeazzi è una notizia sconvolgente, mi lascia senza parole". Giuseppe Abbagnale, presidente della Federcanottaggio, ha scritto la storia del remo azzurro: con il fratello Carmine e con il timoniere Giuseppe Di Capua ha formato quel 'due con' straordinario, capace di vincere 2 ori olimpici e 7 titoli mondiali.

alternate text

 

Imprese memorabili, sottolineate dalla voce appassionata e competente di Giampiero Galeazzi, morto oggi a 75 anni. "Siamo stati con la figlia pochi giorni fa e avevamo parlato di lui, mi aveva lasciato molto felice il fatto che si stava riprendendo, invece arriva questa notizia. Se ne va la voce storica del canottaggio, nonchè un amico e un personaggio preparato e coinvolgente", dice Abbagnale all'Adnkronos, sorpreso e commosso per la notizia.

"Ci sono tanti aneddoti perchè abbiamo condiviso per anni il palcoscenico dello sport, del canottaggio, soprattutto in occasione dei Giochi Olimpici. Le sue interviste e i suoi sfottò veramente spaziavano dalla sua militanza all'interno del mondo remiero, ad atleta, a voce effettiva e indiscussa. Questa notizia mi ha lasciato veramente sconcertato, mi mancano le parole. Non avrei mai voluto ricevere questa notizia, appena possibile sentirò la famiglia per le condoglianze da parte mia e di tutto il mondo remiero", aggiunge il presidente federale.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.