Fiorentina-Milan 4-3, poker viola e primo k.o. rossonero
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Mer, Gen

Fiorentina-Milan 4-3, poker viola e primo k.o. rossonero

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La Fiorentina batte il Milan per 4-3 nell'anticipo serale della 13esima giornata di Serie A. I rossoneri incassano la prima sconfitta in campionato, restano a 32 punti e rischiano di perdere il primato in classifica, per ora condiviso con il Napoli, atteso dal big match in casa dell'Inter. Il successo consente alla Fiorentina di salire a quota

21, con Lazio e Juventus. 

LA PARTITA - La Fiorentina parte col piede sull'acceleratore e sfonda al 15', grazie alla collaborazione rossonera. Sul terzo corner consecutivo, Tatarusanu sbaglia l'uscita e perde il pallone. Gabbia, invece di spazzare, aspetta che il portiere recuperi la sfera. Duncan ringrazia, anticipa tutti e deposita in rete: 1-0. I viola tengono il pallino del gioco e concedono poco alla capolista, che fatica a farsi viva dalle parti della porta di Terracciano. In chiusura di frazione, arriva il raddoppio. Dopo la sponda di Vlahovic, Saponara controlla e pennella un destro a giro dal limite: 2-0 al 46'. 

Il Milan accusa il colpo, fatica a ripartire in avvio di ripresa e al 60' incassa un altro cazzotto. Lancio di Duncan per Vlahovic, che evita Tatarusanu e da posizione defilata fa centro: 3-0. Tutto finito? Macché. Passano poco più di 60 secondi e il Milan rientra in partito. Bonaventura perde una palla sanguinosa nell'area viola, Ibrahimovic spara di destro e fa centro: 3-1. La gara cambia volto, i rossoneri accelerano e sfondano di nuovo. Leao e Theo Hernandez arano la fascia sinistra, cross basso e Ibra a rimorchio non sbaglia: 3-2 al 67'. La Fiorentina sbanda e cerca di riorganizzarsi, mentre il Milan pianta le tende nella metà campo avversaria. I rossoneri, a caccia della rimonta, si fanno male da soli all'85'. Theo Hernandez si fa soffiare il pallone al limite della propria area, Vlahovic piazza di sinistro: 4-2. Le emozioni continuano fino allo scadere. Al 96' Ibra di testa cerca l'incrocio: traversa, la palla carambola su Venuti e finisce in rete per il 4-3. Fischio finale, game over. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.