Futuro di Internet, 3 possibili scenari
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Ven, Lug
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Futuro di Internet, 3 possibili scenari

Futuro di Internet, 3 possibili scenari

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il lockdown ha generato un improvviso picco dell’utilizzo di Internet. Dal 33% abituale di traffico internet medio si è infatti arrivati a sfiorare circa l’80%.

Futuro di Internet, 3 possibili scenari
Futuro di Internet, 3 possibili scenari

 

E questo è accaduto in una sola settimana. Uno sviluppo tra i più rilevanti in tutta Europa, che dietro ai vincoli di fermo imposti dalle misure restrittive ha visto realizzarsi in pochi giorni una crescita che in casi normali sarebbe potuta avvenire nel lasso di tempo minimo di un anno. La necessità di intrattenersi tra le quattro mura domestiche ha prodotto così un vero e proprio boom del traffico sul web e sulla scia di questa spinta anche nella fase due la decrescita è stata minima.

3 scenari del futuro di Internet

Ma qual è il futuro del web? Ormai nessuno può più farne a meno e sembra che la sua necessaria evoluzione si concretizzerà in una Griglia Reti da 10 giga al secondo, 20 milioni di volte più veloce di un modem. La nuova rete, destinata a superare Internet, consentirà di utilizzare insieme più computer distanti anche migliaia di chilometri. Tale progetto che prende il nome di DataGrid, permetterà l'utilizzo di dispositivi dislocati in più luoghi e connessi tra loro per essere utilizzati come un unico potentissimo processore. Grazie a questo sarà possibile in futuro servirsi di laboratori virtuali o di design ad altissima tecnologia accessibili a pagamento.

Un settore, quello del web, che si evolverà quindi fino a svincolarsi totalmente dal telefono, tanto che già adesso è possibile trovare su siti specializzati offerte di internet per la casa senza linea fissa. In questo modo oramai il web si svincola sempre più dallo strumento fisico e tangibile.

Altra grande novità nel panorama tecnologico sono gli smartwatch, che seguiranno il filone dell’indipendenza dallo smartphone, di cui assorbiranno tutte le funzioni, con tanto di sim integrata, in modo da avere una vita totalmente autonoma.

Il futuro ci riserverà quindi grandi evoluzioni, ma anche nuove forme di intrattenimento direttamente collegate, aumentando in maniera esponenziale la velocità di connessione. Anche lo streaming di videogiochi sta spopolando, intrattenendo giornalmente milioni di utenti. E per finire, nei prossimi anni, è previsto che il virtuale diventi sempre più reale grazie all'impiego di computer ancora più potenti e visori VR sempre più precisi, che permetteranno un'immersione totale nel mondo digitale.

È probabile quindi che la penetrazione di internet nell'arco dei prossimi 10 anni sfiori il 90% dei dispositivi che fanno parte della nostra vita quotidiana. Fare acquisti online, dal cibo agli oggetti tecnologici, diventerà ancora di più parte della nostra routine, mentre le televisioni saranno maggiormente interattive: internet e tv, in pratica, diventeranno un unico sistema ibrido per l'intrattenimento.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook