Sul sito IIDEA You For Love, il gioco online gratis contro la violenza tra gli adolescenti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
07
Mar, Feb

Sul sito IIDEA You For Love, il gioco online gratis contro la violenza tra gli adolescenti

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Arriva all’interno della sezione Game to Human (G2H) del sito istituzionale di IIDEA, l'associazione di settore dei videogiochi in Italia, una storia che racconta come oggi gli stimoli di apprendimento positivi debbano necessariamente passare anche per strumenti digitali e ancor di più tramite il mondo dei videogiochi.

alternate text

 

Youth for Love – The Game è un serious game parte di un programma educativo integrato sviluppato nell'ambito del progetto europeo Youth for Love 2 con l’obiettivo di prevenire, individuare e contrastare la violenza tra pari tra gli e le adolescenti. “Nella società attuale, gli stimoli di apprendimento positivi devono necessariamente passare anche per strumenti digitali e ancor di più tramite il mondo dei videogiochi, che ancor oggi è spesso visto unicamente come portatore di principi e messaggi spiacevoli. Quindi poter lavorare in controtendenza e valorizzare le potenzialità di questi strumenti nell’ottica di un empowerment positivo, rappresenta una sfida per ognuno di noi”, spiega Mariasole Piccioli di Action Aid. “Youth For Love – The Game è un gioco online rivolto a ragazzi e ragazze perlopiù adolescenti per mettersi alla prova e imparare ad affrontare il problema della violenza tra pari e del bullismo. Adottando un terreno virtuale permette di sperimentare in prima persona situazioni potenziali ma realistiche di abusi, molestie, sia verbali sia fisiche, atti di violenza on-line e riflettere sia su come rispondere o a chi chiedere supporto, sia su come prevenirli adottando comportamenti rispettosi ed equi”.

Questo serious game, che ha raggiunto più di due milioni di giovani e oltre 16 mila giocatori e giocatrici a livello europeo, è frutto della collaborazione tra expertise diverse. “Come Melazeta ci siamo impegnati, una volta individuata a livello di game design la meccanica di gioco in stile visual novel interattiva, per creare uno stile illustrativo originale in linea con il target e sviluppare l’articolata struttura delle storie a bivi”, aggiunge Lara Oliveti, Co-founder, Partner e CEO di Melazeta. “La nostra esperienza in questo campo ci è servita per lavorare con i del progetto partner alla definizione delle modalità con cui adattare contenuti a uno strumento e alle relative dinamiche nuovi per il mondo associativo e per valorizzare l’esperienza di gioco e l’attrattività dello stesso per le e gli utenti, tutti aspetti che pensiamo siano stati apprezzati da chi ha partecipato al progetto nei momenti di fruizione del webgame”.

Youth for Love – The Game è un gioco free-to-play che può essere utilizzato singolarmente, in coppia oppure in gruppo e che si presta ad attività educative e in contesti sia formali sia informali. I protagonisti delle storie mostrano come gli elementi che caratterizzano le identità sociali e politiche di ogni persona debbano essere valorizzati e non strumentalizzati per giustificare discriminazioni e atti di violenza e accompagnano nel il gioco le ragazze e i ragazzi, che attraverso le interazioni e le scelte a bivio sperimentano situazioni reali e quotidiane. Sarà il giocatore a indirizzare la storia scegliendo e verificando le conseguenze delle sue scelte e con la mediazione di un moderatore sarà anche possibile commentare e condividere sui social gli esiti delle storie vissute e delle scelte fatte.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.