Oppo e la produttività smart: le nuove tecnologie al MWC di Barcellona
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Dom, Apr

Oppo e la produttività smart: le nuove tecnologie al MWC di Barcellona

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
alternate text

 

Oltre al nuovo Find N2 Flip già presentato nelle scorse settimane a Londra, al Mobile World Congress di Barcellona Oppo ha portato le innovazioni per il futuro prossimo. Nell'ambito "smart productivity", l'azienda ha mostrato Wi-Fi 6 Router AX5400, basato sulla piattaforma Qualcomm Immersive Home 216. È il primo router Wi-Fi di Oppo che supporta lo standard Wi-Fi 6 AX5400 ed è in grado di fornire un segnale Wi-Fi dual-band a 2,4 GHz e 5 GHz contemporaneamente. La combinazione delle sue antenne ad elevato guadagno, dell'algoritmo anti-interferenza e della tecnologia di accelerazione direzionale della rete, consente una copertura Wi-Fi più ampia, una maggiore stabilità e una velocità più elevata. Oppo Zero-Power Tag è il primo prototipo di dispositivo basato sulla tecnologia Zero-Power Communication.

 

Sfruttando tecnologie chiave come la raccolta del segnale RF, il backscattering e l'elaborazione a basso consumo, raccoglie le onde radio dall'area circostante per alimentare le proprie funzionalità e comunicare senza l’utilizzo di batterie, al fine di soddisfare le diverse esigenze dell'IoT nell’era del 6G. È la prima volta che OPPO dimostra le capacità di Zero-Power Tag nell'identificazione e nel posizionamento di oggetti e nella raccolta di dati da sensori di temperatura, entrambi alimentati da energia RF.

 

Oppo ha presentato anche il primo Bluetooth audo SoC sviluppato internamente, MariSilicon Y, gli occhiali AR ultraleggeri di nuova generazione, Air Glass 2, il primo dispositivo di monitoraggio della salute familiare, OHealth H1, e il primo chip di gestione di ricarica end-to-end, SuperVooc S. Inoltre, Oppo ha anche messo in mostra i traguardi tecnologici raggiunti con diversi partner, come alcune proposte selezionate dall'Oppo Research Institute Innovation Accelerator: l’EEG Hearables di IDUN Technologies e il guanto di Cynteract progettato per aiutare le persone con lesioni alla mano a recuperare in modo più efficace, tecnologia di ray-tracing con accelerazione hardware sulla piattaforma mobile Snapdragon 8 Gen 2; funzioni Android innovative come Nearby Share e Fast Pair sugli smartphone flagship Oppo e versioni di prova di Google One e YouTube Premium per un massimo di 6 mesi, con dispositivi Oppo selezionati.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.