Stati Uniti, TikTok diventa illegale in Montana
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Lun, Giu

Stati Uniti, TikTok diventa illegale in Montana

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il governatore del Montana Greg Gianforte ha firmato un decreto che proibisce a TikTok di operare nel suo stato: è il primo caso in assoluto negli Stati Uniti.

alternate text

 

La legge SB 419 proibisce a TikTok l'esercizio e chiede espressamente agli app store di bloccare la possibilità di scaricare il social in tutto il Montana (poco meno di due milioni di abitanti). Gianforte ha espresso su Twitter la soddisfazione per l'accaduto, scrivendo: "Al fine di proteggere i cittadini del Montana e impedire al partito comunista cinese di ottenere i loro dati privati, ho bandito TikTok dal Montana". Il social medium, di proprietà della cinese ByteDance, è da mesi sotto stretta accusa negli States in quanto non è chiaro come i dati personali degli iscritti vengano utilizzati dalla compagnia. La soluzione intimata a ByteDance per evitare che TikTok venga bandito da tutti gli USA è che il social venga venduto a un proprietario statunitense, e solo se dovesse verificarsi quest'ultima possibilità la legge non entrerà in vigore. C'è tempo fino al gennaio dell'anno prossimo.

La legge in questione specifica che non sono previste sanzioni per gli utenti. Ma i distributori di app sugli store digitali rischiano fino a 10 mila dollari di multa al giorno, con il divieto assoluto di permettere download di TikTok o l'accesso al social. Si tratta di una legge senza precedenti nella storia di Internet negli Stati Uniti, tanto da spingere alcuni commentatori a chiedersi se sia effettivamente legale che uno stato possa limitare l'accesso a un servizio online nel proprio territorio ristretto e senza possibilità d'appello. L'associazione di settore americana, NetChoice, ha definito la SB 419 "fondamentalmente contraria alla costituzione". In passato, NetChoice ha fatto causa a diverse amministrazioni che hanno cercato di limitare o condizionare la libertà di parola online.

Commentando la decisione un portavoce di TikTok spiega che "il governatore Gianforte ha approvato una legge che viola i diritti del Primo Emendamento dei cittadini del Montana, vietando illegalmente TikTok, una piattaforma che offre vantaggi a centinaia di migliaia di persone in tutto lo Stato. Vogliamo rassicurare i cittadini del Montana che possono continuare a usare TikTok per esprimersi, guadagnarsi da vivere e entrare in contatto con la community, mentre continuiamo a lavorare per difendere i diritti dei nostri utenti all'interno e all'esterno del Montana".

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.