#VioliNation e Twitter va in tilt: cosa succede - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Gio, Dic

#VioliNation e Twitter va in tilt: cosa succede

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'hashtag #VioliNation manda in tilt Twitter per due giorni consecutivi. Merito di uno Space creato da un utente - @moussolinho - che intrattiene per ora migliaia di persone proponendo senza soluzione di continuità gli interventi audio e le 'cover' musicali reinterpretate in chiave calcistica e 'colorita' da uno speaker e comunicatore

che si occupa della Roma. 

Nello space, dopo l'exploit della serata del 16 novembre, il bis è da record. #VioliNation arriva tra le prime 5 tendenze a livello mondiale con oltre 25mila tweet: arrivano messaggio da Stati Uniti e Brasile, Filippine e Australia. Oltre 5000 utenti che seguono costantemente lo show e la platea, formata soprattutto dall'universo del 'Twitter calcio', è a dir poco variegata: tra tifosi e appassionati spuntano la conduttrice Andrea Delogu e la tennista Sara Errani, giornalisti sportivi e non dall'Italia e dall'estero, autori tv. 

Qualche azienda, attratta dai numeri inusuali, cerca di scoprire di cosa si tratti. Socios.com invita speaker e utente allo stadio, manager da paesi diversi si 'accomodano' per capire cosa spinga 4-5000 persone a radunarsi a notte fonda in un luogo virtuale un po' stadio e un po' discoteca. Compare anche il profilo della Treccani, si affaccia persino Louis Saha, ex attaccante del Manchester United. Chissà cosa avrà capito...