Digitale, torna #HackCultura, l'hackathon per giovani più protagonisti - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Gio, Dic

Digitale, torna #HackCultura, l'hackathon per giovani più protagonisti

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ritorna #HackCultura2022, l’hackathon delle studentesse e degli studenti più protagonistti e per dare la titolarità culturale e la presa in carico del patrimonio culturale dei territori, nello spirito della Convenzione di Faro e nel contesto del Manifesto Ventotene digitale.

alternate text

 

L'appuntamento è per venerdì 26 novembre nel settimanale webinar DiCultHer di presentazione delle dieci Sfide di #HackCultura2022. I risultati saranno annunciati nella Rassegna dei prodotti digitali realizzati dalle scuole, durante la settima edizione della Settimana delle Culture digitali 'Antonio Ruberti' che si terrà dal 9 al 15 maggio 2022. Al centro dell'hackathon ci sono la Convenzione di Faro, la Conferenza sul Futuro dell’Europa, il nuovo Bauhaus europeo, il Manifesto Ventotene Digitale che "rappresentano gli obiettivi e il contesto di questo rinnovato appuntamento culturale per sostenere il protagonismo delle nostre studentesse e dei nostri studenti sui temi del Patrimonio culturale, la cultura digitale, l’Europa " spiega Carmine Marinucci, Segretario Generale di DiCultHer

Marinucci evidenzia che per DiCultHer e i sui partner, che sino ad ora si sono assunti la responsabilità di sostenere i temi della 'Cultura Digitale', "questa quarta edizione di #HackCultura2022, rappresenta occasioni rilevanti, irrinunciabili, di coinvolgimento attivo delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi su temi del Patrimonio culturale, il digitale e l’Europa. Veri e propri spazi di dialogo e di approfondimento con il mondo della Scuola per sostenere una 'Cultura Digitale' attraverso un’attenzione costante all’innovazione, ai temi dell’inclusione sociale, dell’interculturalità, della sostenibilità e del contrasto dei pregiudizi verso le differenze di ogni genere, di cultura, di età, di provenienza, di abilità, di colore della pelle".

Dieci le 'Sfide' contenute in #HackCultura per veicolare l’uso e la consapevolezza del valore delle tecnologie digitali per la salvaguardia, rappresentazione e valorizzazione dei patrimoni culturali materiali e immateriali e l'obiettivo è "favorire la titolarità culturale all’Europa per una nuova 'Megàle Hellàs' che sappia raccogliere la straordinaria eredità culturale italiana ed europea, accrescendola grazie alla creatività dei suoi giovani e valorizzandola col coinvolgimento delle 'comunità di patrimonio' nello spirito della Convenzione di Faro". Ma non solo. Con questi progetti, Marinucci osserva che "sui vuole anche dare una opportunità di ascoltare i nostri giovani su quello che ci aspettiamo dall’Europa domani e su come possiamo contribuirvi".