Londra, data center di Google non regge al troppo caldo
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Ven, Ago

Londra, data center di Google non regge al troppo caldo

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Un data center di Google Cloud ha avuto dei malfunzionamenti a causa del caldo record che ha colpito Londra martedì. Lo status ha indicato "problemi di raffreddamento" come motivo del blackout, che pare abbia interessato un numero ridotto di utenti.

alternate text

 

Il problema ha riguardato solo uno dei tre data center londinesi di Google Cloud, ma ne hanno risentito ad esempio la banca Atom Bank e anche Oracle Cloud ha dovuto mettere in manutenzione i propri record a causa del caldo. Il Regno Unito sta sperimentando in questi giorni una delle estati più calde della sua storia, con il termometro che ha raggiunto i 40 gradi. I portavoce di Google non hanno commentato direttamente l'accaduto, ma hanno assicurato che per il futuro faranno tutto il possibile per evitare situazioni del genere.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.