Incidente a Canosa, marito morto e moglie ferita
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Dom, Apr

Incidente a Canosa, marito morto e moglie ferita

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Un uomo è morto e sua moglie è rimasta gravemente ferita in un incidente stradale avvenuto la scorsa notte sulla Strada Provinciale 2 che collega Canosa di Puglia a Cerignola. "Sin dal giorno del mio insediamento, i

lavori di completamento e messa in sicurezza di un'arteria stradale fondamentale quale la SP2, sono stati sempre oggetto della nostra costante attenzione. Purtroppo, però, nonostante i numerosi incontri che hanno avuto luogo in Provincia con il Presidente Bernardo Lodispoto durante tutto questo tempo, nulla è accaduto", scrive su Fb il sindaco di Canosa di Puglia Vito Malcangio. 

"Quello che avevamo più volte preannunciato al presidente Lodispoto si è tragicamente verificato questa notte - aggiunge - Se la strada fosse stata messa in sicurezza, ora non saremo qui a parlare di tutto questo, non è possibile aspettare che qualcuno perda la vita per poi intervenire. Quanto accaduto ci rattrista e ci lascia attoniti, di fronte a un triste epilogo che poteva benissimo essere evitato. Non sono più disposto a tollerare tutto questo: se il presidente Lodispoto non è in grado di garantire sicurezza su questo tratto stradale, che la chiudesse al traffico! Con la vita della gente non si scherza. La sicurezza stradale è una priorità ma dinnanzi a quanto verificatosi, parlarne è veramente difficile". 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.