Attacco hacker a Regione Lazio, "violata utenza dipendente in smart working" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Sab, Set

Attacco hacker a Regione Lazio, "violata utenza dipendente in smart working"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Il rischio zero ho imparato che non esiste, hanno colpito in maniera organizzata, programmata, soprattutto in un momento in cui le modalità di smart working hanno abbassato i livelli di sicurezza per loro natura". Lo ha detto, a Italian Tech, l'assessore regionale del Lazio Alessio D'Amato sull'attacco hacker alla Regione Lazio,

spiegando che è stata violata l'utenza di dipendente in smart working. 

"Ciò che è accaduto a noi poteva accadere ad altri - ha continuato - Ciò deve portarci rapidamente a creare quegli argini che possano rendere più difficile valicare questo confine, io credo che questo sia un tema importante anche per i dati di natura sanitaria". "Siamo in guerra, come sotto un bombardamento si contano gli edifici rimasti in piedi e quelli crollati", ha proseguito. 

Si tratta, ha concluso l'assessore, di "un'azione criminale, che crea danni importanti a tutta la comunità regionale ma non solo, attaccare Roma e il Lazio è attaccare il nostro Paese". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002