Green pass, Montesano: "Clamore su riduzione consumi denota seria preoccupazione"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Gio, Gen

Green pass, Montesano: "Clamore su riduzione consumi denota seria preoccupazione"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Se i disobbedienti sono una sparuta minoranza come possono mettere in crisi la ripresa economica? È una formula propagandistica! Un timore eccessivo, denota seria preoccupazione". Enrico Montesano commenta così con l'Adnkronos il 'clamore' mediatico suscitato dalle sue dichiarazioni di ieri, nelle quali invitava a ridurre i

consumi nel periodo natalizio in aperta protesta contro l'adozione da parte del governo di nuove misure restrittive verso i non vaccinati.  

"Sono un consumatore ed un utente, posso individualmente ridurre ascolto e consumi? Si! -incalza Montesano- Invito ad una disobbedienza civile individuale. Posso frequentare i negozi di vicinato acquistando il necessario evitando il superfluo? Si! Vivere un Natale frugale come facevano i nostri nonni? Di cosa hanno paura? cosa farfugliano?". 

"Non mi piacciono le sommarietà, le generalizzazioni, io sono per la libera scelta e contrario ai permessi per vivere", puntualizza l'attore romano. Che osserva: "Io userei altro approccio e altri metodi, come hanno fatto altre nazioni con successo, per contenere il virus e salvaguardare salute, libertà ed economia". Montesano spiega ancora meglio: "Ora le prefiche del salvataggio della ripresa hanno dimenticato i danni, molti dei quali irreparabili, inferti all’economia con le varie chiusure totali? I vostri lock..come si chiamano, i confinamenti ripetuti e durati mesi? Il danno all’economia è stato già fatto, tanto che ora parlate di ripresa..ma troppo tardi! Molte attività sono, ormai purtroppo, già chiuse!", conclude eloquentemente. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002