Marino Collacciani svela il vero volto di Califano in 'Francamente Franco'
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Dom, Lug

Marino Collacciani svela il vero volto di Califano in 'Francamente Franco'

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Un artista "dimenticato" e "maltrattato" che merita di essere riproposto in una nuova luce perché la sua musica "accompagnava, seguiva, cullava". Franco Califano, morto il 30 marzo del 2013, è stato ignorato e bistrattato dalla critica.

alternate text

 

Ne è convinto Marino Collacciani, docente di Scienze della Comunicazione ed editorialista politico, ma soprattutto amico di Califano, che all'autore di brani celebri come 'Minuetto' di cui ha scritto le parole dedica il volume 'Francamente Franco. Il vero volto di Califano' pubblicato dall'editore Castelvecchi.

"In un cieco tiro al bersaglio - ricorda nelle prime pagine del suo libro Collacciani rivolgendosi idealmente all'amico scomparso - la tua arte è stata spesso maltrattata, altre volte ignorata, per poi vincere, perché le capacità del fuoriclasse non si possono negare dinanzi all'emozione costante. Hai avuto la fortuna di fare un lavoro che, come il mio, non può contrabbandare la qualità: quello che fai si legge e, nel tuo caso, si può fortunatamente anche ascoltare". Secondo Collacciani si nasconde molto di più dietro la patina del "guitto trasteverino", come spesso è stato rappresentato Franco Califano, conosciuto per lo più come 'Er Califfo'. Una figura "controversa", secondo la critica, che però nel libro viene descritta facendo leva sulle testimonianze di chi l'ha frequentato e ripercorrendo alcune tappe sconosciute della sua vita e della sua carriera. "La tua poesia - scrive Collacciani - ha saputo volare alto, ignorando i gufi appollaiati su piccoli alberi senza foglie". Ad emergere, così è il ritratto dell'artista che è stato capace di declinare la razionalità con il sogno, di scoprire i fantasmi dell'isolamento e di trasformarli in compagni di viaggio.

"L'opera - scrive nella prefazione Edoardo Vianello - va a scavare nella vita di un 'personaggio' scomodo suo malgrado, ma soprattutto dell'uomo, raccontando aneddoti e descrivendo profili interiori che nessuno conosce. Attraverso le parole delle persone che hanno avuto forti legami con lui, l'autore, amico personale di Franco, traccia un ritratto assolutamente inedito del cantautore, provando a rendere giustizia e dignità a una persona a volte bistrattata e mal compresa dalla critica, ma non dal pubblico". Il libro verrà presentato lunedì 27 marzo alle 18,30 nella Libreria Eli, in viale Somalia 50 A a Roma. Insieme all'autore interverranno: Enrica Bonaccorti, Stefano Calvagna, Mita Medici e Edoardo Vianello. Live set a cura della cantautrice Giulia Anania.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.