In mostra a Racalmuto le foto di Enrico Appetito su Sciascia e il film 'Il giorno della civetta' - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Mar, Ott

In mostra a Racalmuto le foto di Enrico Appetito su Sciascia e il film 'Il giorno della civetta'

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Lo scrittore siciliano Leonardo Sciascia sarà ricordato nella sua Racalmuto, in provincia di Agrigento, con la mostra fotografica 'Il giorno della civetta' una raccolta di oltre 120 istantanee di Enrico Appetito scattate durante le riprese del film tratto dall'omonimo romanzo. L'esposizione sarà inaugurata il 25 giugno presso la sede della Fondazione Sciascia e sarà visitabile fino al 19 settembre, non solo nei locali della fondazione ma quelli al teatro Regina Margherita e in Municipio, oltre che al Verdura Resort di Sciacca, con alcune immagini che saranno esposte anche per le strade del paese di Racalmuto.

alternate text

 

'Il giorno della civetta' è il romanzo di Leonardo Sciascia che nel 1961 fece conoscere la mafia all’Italia in un’opera narrativa di largo consumo. In un’edizione del 1972, lo scrittore aggiunse un’avvertenza in cui precisò: "Ho scritto questo racconto nell’estate del 1960. Allora il Governo non solo si disinteressava del fenomeno mafioso, ma esplicitamente lo negava". La Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della mafia in Sicilia fu istituita per la prima volta alla fine del 1962 e ancora oggi il coraggio e l'indipendenza di giudizio di Sciascia restano drammaticamente attuali.

Nel 1968, 'Il giorno della civetta' divenne anche un film, diretto da Damiano Damiani e interpretato da Franco Nero e Claudia Cardinale: il cinema fu un importante amplificatore e il libro raggiunse una ancor più vasta platea. La mostra riporta proprio all'estate del 1968, durante le riprese del film, dall'archivio di Enrico Appetito, dove sono custodite oltre mezzo milione di immagini, scattate sui set di più di cinquecento film, realizzati da registi come Sergio Leone, Federico Fellini, Luchino Visconti, Mario Monicelli, Francesco Rosi, Roger Vadim, Jean-Luc Godard, Sergio Sollima, Bernardo Bertolucci e Dario Argento.