Salario minimo: Bombardieri, al Cnel scelti amici degli amici, chiederemo sospensiva
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Dom, Lug

Salario minimo: Bombardieri, al Cnel scelti amici degli amici, chiederemo sospensiva

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Acque agitate in casa Cnel che entro la prima settimana di ottobre dovrà consegnare al governo il dossier sul salario minimo. La Uil infatti annuncia un nuovo ricorso al Tar con la richiesta di sospensiva del provvedimento con cui Palazzo Chigi ha ridisegnato la mappa dei 22 seggi da assegnare ai sindacati in

rappresentanza dei lavoratori dipendenti che siederanno nella prossima consiliatura del parlamentino di Villa Lubin per il quadriennio 2023-2028. Un provvedimento che ha limato la presenza di Cgil, Cisl e Uil che perdono 1 seggio mentre faranno il loro ingresso la Confsal di Raffaele Margiotta, (2 seggi) Confintesa guidata da Francesco Provenzano (1 seggio) e l’Usb, il sindacato di base (1 seggio) contro cui si è già infranto un primo ricorso rigettato l’8 settembre scorso.  

“Presenteremo un nuovo ricorso alla magistratura. La sensazione che abbiamo è che nella scelta dei rappresentanti al Cnel si siano un po' scelti gli amici del governo. Vedremo cosa dirà la magistratura; è chiaro che è una partita che rischia di partire con l'handicap, vedremo cosa succederà. Stiamo predisponendo il testo chiedendo la sospensiva del provvedimento”, annuncia il leader Uil, Pierpaolo Bombardieri a margine dell’Assemblea nazionale del sindacato.  

Ma questo rischierà di far slittare la discussione sul salario minimo? domandano i giornalisti: "questo non lo so, dipenderà dal magistrato, se ci accorderà la sospensiva. Però mi pare che questo modo di procedere e di scegliersi gli amici che stanno dentro le istituzioni è un modo che noi contestiamo”, conclude. La nuova distribuzione dei seggi di Villa Lubin dunque assegna 6 seggi alla Cgil, 5 alla Cisl 5, 2 alla Uil e 2 alla Confsal e 1 ciascuno a Ugl, Cisal, Confintesa e Usb. Sono complessivamente 48 i rappresentanti delle categorie produttive rappresentate nel 'Parlamentino Cnel: 22 seggi in rappresentanza dei lavoratori dipendenti, 9 seggi in rappresentanza dei lavoratori autonomi e delle professioni nonché 17 seggi in rappresentanza delle categorie delle imprese. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.